CAMMINANDO CON MEDICI SENZA FRONTIERE

CAMMINANDO CON MEDICI SENZA FRONTIERE

Camminata solidale presso il Rifugio Lupi di Brembilla - Pizzo Cerro con il Gruppo di Medici Senza Frontiere di Bergamo e la testimonianza di un medico e operatore umanitario bergamasco.

 

Sabato 8 settembre, il Gruppo dei Volontari di Medici Senza Frontiere di Bergamo organizza una camminata solidale presso il Rifugio Lupi di Brembilla in vetta al Pizzo Cerro di Brembilla (1285 m.s.l.m.), in provincia di Bergamo. Sarà una giornata conviviale per conoscere le attività di Medici Senza Frontiere nel mondo attraverso la testimonianza di Giudo Ortelli, medico psichiatra bergamasco e operatore umanitario MSF. 

Il ritrovo sarà presso il Piazzale del Mercato di Zogno alle 9. per spostarsi in auto presso la partenza a piedi alla frazione di Catremerio di Brembilla, con partenza a piedi per le 9.30. Sarà possibile pranzare presso il Rifugio Lupi di Brembilla, (previa prenotazione obbligatoria entro martedì 4 settembre) e parte del ricavato del pranzo sarà devoluto a Medici Senza Frontiere.

Dopo il pranzo, l’incontro si aprirà con la presentazione generale di Medici Senza Frontiere da parte dei volontari del gruppo bergamasco. 

Seguirà la testimonianza di Guido Ortelli, medico psichiatra bergamasco e operatore umanitario MSF dal 2013 con diverse missioni alle spalle in Giordania, Etiopia, Sicilia.

Verrà presentata anche la nuova campagna #Umani per i 25 anni di MSF Italia che rimette al centro l’essenza del gesto umanitario attraverso cinque emozioni che accomunano tutti gli esseri umani, medici, pazienti, ogni singolo individuo in ogni ambito della società. È anche un convinto invito all’opinione pubblica per riscoprire il naturale istinto all’aiuto e alla solidarietà, dai contesti di crisi alla nostra quotidianità. Per tutto l’anno, MSF la racconterà attraverso le testimonianze dei propri operatori umanitari, eventi sul territorio, iniziative online e nelle scuole. Perché le persone appartengono tutte a un unico genere: quello umano. www.msf.it/umani

Informazioni pratiche sulla giornata: il percorso è di facile accesso lungo un sentiero ben segnalato, con un dislivello complessivo è di 280 metri e tempo di salita stimato di 45 minuti. Si consigliano scarponi da montagna, abbigliamento idoneo e acqua che non è presente lungo il percorso. 

Il ritorno alle auto è previsto nel pomeriggio.

Per il pranzo saranno disponibili piatti tipici tra polenta, carne e formaggi.