COLOR WORKS

COLOR WORKS

Lo spazio heart inaugura una nuova esposizione: Color works, monografica di Jorrit Tornquist. 

 

In mostra, con un allestimento progettato e curato dall’artista stesso, più di cinquanta opere che, insieme a tavole e pannelli didattici, raccontano la ricerca sul colore di Tornquist, dagli anni Sessanta ai nostri giorni, tra arti visive, architettura, scienza della percezione e biologia.

Pittura, scultura, architettura, performance, biologia, scienza non si poteva immaginare una mostra nel senso comune del termine per raccontare Jorrit Tornquist; occorreva lasciare spazio alla contaminazione, al dialogo tra discipline e immaginare un percorso fatto di momenti differenti, che si aprono, si chiudono, si riaprono,  introducendo suggestioni, intuizioni, occasioni di verifica, momenti didattici ed elementi progettuali, oltre che le opere d’arte tout-court, ovvero quegli oggetti che definiamo tali per consuetudine ma che nella ricerca di Tornquist altro non sono che un mezzo e uno degli strumenti espressivi possibili nell’approfondimento di un’unica e importante materia di studio: il colore/luce. Un tema su cui Jorrit ragiona da decenni con una straordinaria indipendenza e coerenza di pensiero, conducendo un cammino in cui la deviazione è necessaria, seguendo un percorso che non ammette la calcificazione stilistica ma che richiede, al contrario continue sterzate, ripensamenti, cambi di registro. "La vita è un tessuto troppo fine per essere compresa attraverso regole, tanto più che muta e si trasforma di continuo", scrive Tornquist, "Il mutare, il trasformare mi incantavano già da molto piccolo e un po’ di questo entusiasmo dovrebbe pure essere percepibile nel lavoro".

Ed è proprio questo percorso portato avanti negli anni con entusiasmo il protagonista dell’esposizione che Tornquist stesso ha pensato, come un racconto personale, per lo Spazio heart: un mosaico di intuizioni in cui ogni singolo pezzo – dalla tavola didattica alla scultura, dallo studio architettonico all’opera da parete – concorre alla definizione del tema, raccontando anni di ricerca e di studio oltre che di produzione artistica. (dal testo in catalogo di Simona Bartolena)

Dettagli nella locandina allegata.

Locandina