DE ITINERE EPISTULAE. LA POSTA NELL'IMPERO ROMANO

DE ITINERE EPISTULAE. LA POSTA NELL'IMPERO ROMANO

Riapertura della mostra "De itinere epistulae. La posta nell'Impero Romano tra la Postumia e l'Aemilia" a Camerata Cornello.

 

Dal 15 ottobre al 31 dicembre, riapre a grande richiesta, presso la Sala Mercatorum del Museo dei Tasso e della Storia postale (Portici di Cornello, Camerata Cornello) la mostra “De itinere epistulae. La posta nell’impero romano tra la Postumia e l’Aemilia”.

La mostra “De itinere epistulae. La storia della posta nell’antica Roma tra la via Aemilia e la Postumia” parte da uno studio di Valeria Menichini e Sergio Leali del Circolo Filatelico Numismatico Banino sulla storia della posta nell’antica Roma. Il lavoro dei due storici ha portato alla raccolta di una ricca documentazione e a notevoli informazioni sul sistema postale, sulla scrittura, sulle strade romane nella zona da Pavia a Mantova. Valeria Menichini racconta che “I Romani scrivevano tanto, viaggiavano tanto e documentavano tutti gli aspetti della propria vita. Abbiamo potuto ricostruire i calamai, gli stili, i papiri e la pergamena”.

Di grande impatto è la presenza della copia della Tabula Peutingeriana. Si tratta della riproduzione della più antica carta stradale del mondo pervenuta a noi: fu disegnata intorno al IV secolo dai Romani, che tracciarono i vasti confini dell'Impero, anche per seguirne l'espansione militare.

La mostra sarà aperta fino al 31 dicembre, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.

Locandina in allegato.

Locandina