DIE ZAUBERLFLÖTE

DIE ZAUBERLFLÖTE

Nell'ambito della 43ª stagione operistica del Circolo Musicale Mayr-Donizetti, in scena «il flauto magico» di Mozart.

 

L'opera sarà eseguita in forma integrale, in lingua tedesca, per la regia di Valerio Lopane. Per rendere massima la comprensione della vicenda, i dialoghi parlati saranno sostituiti da brevi interventi in forma di narrazione in italiano, affidati all’abilissimo attore bergamasco Ferruccio Giuliani.

Cast di alta qualità, selezionato dal maestro Damiano Maria Carissoni (che come sempre sarà alla guida della Piccola orchestra dei Colli Morenici). Coro Opera Ensamble istruito da Ubaldo Composta. Soprano Teresa Di Bari (Königin der Nacht - Regina della Notte), recentemente applaudita nello stesso ruolo al teatro Regio di Torino. Soprano Valentina Pennino (Pamina); tenore Rodrigo Trosino (Tamino); baritono Maurizio Leoni (Papageno); basso Paolo Battaglia (Sarastro). Costumi, maschere e copricapi originali in stile favolistico, di Franz Cancelli. Elementi scenici di Chiara Taiocchi e Gianluigi Merisio.

 

 

 

sabato, 3 marzo 2018

Cari abbonati ed amici,

Lasciato alle spalle il festoso successo tributato a Don Pasquale, cambiamo decisamente pagina per affrontare un riferimento assoluto del teatro in musica, con Die Zauberflöte (prima rappresentazione, 30 settembre 1791, Teatro Theater auf der Wieden di Vienna), di Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo, 27 gennaio 1756 – Vienna, 5 dicembre 1791).

Qual è il confine tra il bene e il male; tra il giudizio e il pregiudizio, tra il semplice e il complesso; tra l’esoterico e il concreto; tra la luce e l’oscurità? Il genio di Mozart ci conduce per tre ore tra le increspature del suo spazio-tempo e lì ciascuno potrà muoversi alla ricerca di una propria bellezza assoluta.

 

È possibile scaricare liberamente il libretto alla pagina: http://www.mayrdonizetti.it/file_pdf/Libretti/Die_Zauberflöte_DE-IT-Narratore.pdf

Note di regia

Die Zauberlflöte, Il Flauto Magico, nasce come Zauberspiel, un genere specifico d’opera molto in voga nell’ultimo ventennio del Settecento a Vienna. Si tratta di un melodramma con evidenti scopi didascalici e di intrattenimento; una tipologia di teatro popolare, ricca di espedienti che oggi chiameremmo “effetti speciali”. Mozart vi si getta con tutta la sua straordinaria genialità, trascendendo i confini dei lavori in voga, per dare vita ad un capolavoro musicale ricco di inarrivabili suggestioni spirituali e profonde ripercussioni filosofiche di ascendenza massonica. Per rendere questo grande capolavoro intendo dare giusto rilievo alla componente buffa e magica, in contrapposizione ai tratti più nobili e sacri. Parte di questi scopi saranno assegnati ai danzatori che diverranno le nostre “macchine sceniche”. Lo spessore spirituale ed iniziatico dell’opera sarà intensificato dai bozzetti del grande architetto e pittore neoclassico prussiano Karl Friedrich Schinkel, restaurate e integrate con effetti di animazione, nonché da costumi, maschere e copricapi originali in stile favolistico.

Opera di rara complessità, poco rappresentata in Italia, si colloca nel filone delle “opere sfida” proposte dal Circolo. Il progetto è stato raccolto con il consueto entusiasmo dal regista Valerio Lopane, dal Maestro del Coro Opera Ensamble, Ubaldo Composta e dal direttore d’orchestra Damiano Maria Carrissoni. Il maestro, ancora una volta alla guida della Piccola Orchestra dei Colli Morenici, ha raccolto intorno a sé un cast di esperti mozartiani, molti dei quali già apprezzati dal pubblico del Mayr nella trilogia Mozart-Da Ponte. Il Circolo è lieto di accogliere nuovamente il soprano Valentina Pennino, protagonista di vaglia di tutte le edizioni mozartiane del Mayr, questa volta nelle vesti della giovane Pamina. Novità per il circolo saranno il soprano Teresa Di Bari nei panni della Regina della Notte (le cui due arie, Zum leiden bin ich auserkoren e Der Hölle Rache sono tra le più celebri pagine del patrimonio universale della musica); il tenore Rodrigo Trosino, che darà voce e carattere alla figura di Tamino e il baritono Maurizio Leoni che impersonerà Papageno. Il basso Paolo Battaglia rivestirà i panni sacerdotali di Sarastro. I ruoli di Papagena e Monostato saranno sostenuti dai nostri Iris Composta e Livio Scarpellini. Completano la compagnia Leonora Tess, Nadina Calistru e Serena Romanelli (le tre Dame); i tre Geni saranno Stella Composta, Chiara Castagnetti e Chantal Salomoni; Sacerdoti e Armigeri: Alessandro Ravasio e Riccardo Benlodi. Costumi, maschere e copricapi originali in stile favolistico, realizzati da materiali di recupero da Franz Cancelli. Elementi scenici di Chiara Taiocchi e Gianluigi Merisio. Per rendere massima la comprensione dell’opera (cantata in tedesco), i dialoghi parlati saranno sostituiti da interventi in italiano affidati all’abilissimo attore bergamasco Ferruccio Giuliani.

Prenotazioni e informazioni: 035.315854 tutti i giorni dalle 12,30 alle 14,30 - [email protected] Per scaricare la locandina con la trama: http://www.mayrdonizetti.it/file_pdf/Locandine/2017-2018/20180316_Die_Zauberflöte.pdf