DIONIGI CASTELLI E L'EGITTO

DIONIGI CASTELLI E L'EGITTO

Per tutta l’estate Accademia Tadini ospita «Dionigi Castelli e l’Egitto. Cronaca di un viaggio di fine Ottocento».

 

Sarà aperta sabato 17 giugno, alle 18.30, presso la Biblioteca storica dell’Accademia Tadini la mostra dedicata al viaggio in Egitto del cremonese di nascita – ma loverese d’origine - Dionigi Castelli (1834-1912), ricostruito attraverso i documenti da lui stesso raccolti e trasmessi all’Accademia Tadini nel 1913.

In un clima culturale fortemente impregnato di positivismo, Dionigi Castelli affronterà il viaggio forte dell'esperienza dell'Oriente maturata durante le visite alle Esposizioni universali delle quali era assiduo frequentatore. 

Di questo viaggio restano un vivace Diario manoscritto e una significativa documentazione fotografica, firmata da più autori tra i quali Antonio Beato e Hippolyte Arnoux, ma anche locandine, programmi di viaggio, orari, biglietti da visita, testimonianza significativa della società europea che faceva di questi spostamenti in Oriente occasione d’incontro. Il viaggio, assai poco avventuroso, era stato organizzato dall’Agenzia Chiari di Milano (fondata nel 1878), forse la prima agenzia specializzata in Italia: la mostra affronta quindi il tema della nascita del “Turismo” come fenomeno moderno.

L’esposizione, curata da Silvia Capponi, presenterà accanto al prezioso Diario manoscritto -del quale sarà disponibile l’edizione a stampa pubblicata grazie al sostegno dell’Associazione Amici del Tadini - un repertorio di immagini e oggetti evocativi del mito dell’Egitto faraonico visto con gli occhi di un viaggiatore.

La mostra è visitabile fino al 31 agosto negli orari di apertura della galleria: da martedì a sabato, ore 15-19; domenica e festivi, ore 10-12; 15-19. 

 

Locandina