EVAN PARKER SOLO

EVAN PARKER SOLO

Continua la stagione del "Bergamo Jazz Festival" in città.

 

Evan Parker (sax tenore e soprano). Uno dei maestri indiscussi dell’arte dell’improvvisazione più avventurosa. Classe 1944, nato a Bristol, Evan Parker è dagli anni Sessanta una delle personalità preminenti del jazz cresciuto in Europa, e in particolare in Gran Bretagna: dopo aver assorbito inizialmente la  lezione di Paul Desmond  e poi di John Coltrane, Albert Ayler e altri, se ne è staccato in modo radicale per creare un proprio, originalissimo linguaggio. Facendo ricorso ad una assoluta padronanza tecnica dei propri strumenti (sax tenore e soprano), Evan Parker ne esplora a fondo le risorse espressive e mette in pratica un’idea di improvvisazione libera ma mai fine a se stessa. 

Impossibile elencare tutti i musicisti con i quali Evan Parker ha condiviso la propria esperienzae visione della musica: bastino i nomi di Derek Bailey, Anthony Braxton, Kenny Wheeler, Tony Oxley, Cecil Taylor, Peter Brotzmann, George Lewis e collettivi come Music Improvisation Company, Globe Unity e il trio del pianista tedesco Alex von Schlippenbach. Ha anche collaborato, in contesti assai diversi, con i compositori Gavin Bryars e Michael Nyman, con il batterista dei Rolling Stones Charlie Watts e con David Sylvian.