FORME DEL TEMPO: MAURO CERUTI

FORME DEL TEMPO: MAURO CERUTI

In Santa Maria Maggiore «Le Forme del Tempo» con Fondazione Mia e Mauro Ceruti.

 

La proposta di incontri promossi da Fondazione MIA per il mese di aprile 2018 ruota intorno al tema del Tempo, da sempre al centro del dibattito culturale e motivo di ispirazione per artisti, letterati e musicisti, oltre che occasione di riflessione per filosofi, storici e scienziati. 

Il Tempo è tuttavia una delle dimensioni più sfuggevoli e meno afferrabili del pensiero umano. Come ha scritto Sant’Agostino: “Se qualcuno non mi chiede cosa sia il tempo, io so cosa è, ma se qualcuno mi chiede cosa sia, non lo so più”. Per questo Fondazione Mia ha chiesto a quattro importanti studiosi e uomini della cultura italiani di riflettere, da angolazioni diverse, su questo tema. Ciascuno indagherà, dal proprio punto di vista (artistico, letterario, storico e filosofico), il concetto di tempo aiutandoci a riflettere sulla complessità della storia umana nel passato, nel presente e nel futuro. 

Ad aprire il ciclo di incontri, giovedì 5 aprile, sarà il filosofo Mauro Ceruti, autore del recente Il tempo della complessità (Cortina Editore), che indagherà il concetto di tempo creando un dialogo tra filosofia e scienza, cercando anche di rispondere allo smarrimento che si prova di fronte a un mondo che pare funzionare secondo logiche sconosciute. 

La rassegna, a cura di Corrado Benigni, sarà anche l’occasione per approfondire alcuni capolavori custoditi all’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore, che hanno per tema il Tempo, a cominciare ancora una volta dalle tarsie del Coro di Lorenzo Lotto. La Basilica stessa, che può essere definita a tutti gli effetti stratificazione di tempi della storia, della religione, della vita civica e artistica della nostra città, diventerà dunque lo scenario ideale dove si svolgerà la rassegna, arrivata quest’anno alla quarta edizione.