FRANCO BASAGLIA, MATTI DA (S)LEGARE: LA RIVOLUZIONE CULTURA

FRANCO BASAGLIA, MATTI DA (S)LEGARE:  LA RIVOLUZIONE CULTURA

Per la rassegna «Molte fedi sotto lo stesso cielo» incontro con Massimo Cirri, psicologo, conduttore radiofonico e autore teatrale

 

Franco Basaglia, psichiatra e neurologo, è stato un uomo che ha segnato un autentico passaggio epocale e il rinnovamento nella psichiatria, costruendo e realizzando una vera “rivoluzione culturale” sul tema della malattia mentale e della sua cura.

Massimo Cirri «si occupa di radio e salute mentale, convinto che siano la stessa cosa». Psicologo presso il Servizio Sanitario Nazionale, dal 1997 è autore e voce di Caterpillar su Rai Radio2. Da venticinque anni divide le giornate in tre momenti: psicologo al mattino; conduttore radiofonico al pomeriggio. La sera, spesso, è impegnato come autore teatrale.

«Molte fedi sotto lo stesso cielo» è un ciclo di incontri promosso dalle ACLI, con il patrocinio della Cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace, dell’Università di Bergamo, della Provincia e del Comune di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e con moltissimi gruppi e associazioni del nostro territorio.

 

L'obiettivo del percorso è quello di imparare un alfabeto delle culture e delle religioni che attrezzi a vivere con responsabilità e discernimento la sfida epocale del mondo plurale a cui, inevitabilmente, saremo chiamati in un futuro non troppo lontano. 
La nostra convinzione è che per vivere, e non subire, le trasformazioni in atto siamo chiamati, da un lato a conoscere più e meglio non solo lo stesso cristianesimo, ma anche le religioni “altre”, cercando di evitare i ricorrenti pregiudizi e i facilistici pressapochismi; e dall’altro a educarci pazientemente al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso.
Un impegno civile a costruire “terre di mezzo” in grado di far crescere la cultura dell’inclusione. 
La proposta è ambiziosa perché presuppone non solo incontri e dialoghi ad alto profilo con testimoni del nostro tempo, ma anche, in parallelo, percorsi di carattere storico-artistico, letture di testi delle grandi tradizioni religiose, ascolto di musiche, presentazioni di spettacoli teatrali, itinerari a piedi, visite guidate, seminari di approfondimento, percorsi di formazione per i giovani e per le scuole, momenti di preghiera con le diverse comunità religiose presenti a Bergamo.

 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria a partire da lunedì 13 novembre.

Locandina