IL SENTIERINO

IL SENTIERINO

Fino al 31 ottobre un'occasione unica per fare una passeggiata con 26 personaggi che vissero il Sentierone dall’antico Prato della Fiera al moderno Centro Piacentiniano. 

 

Dal 31 maggio al 31 ottobre 2017 nasce Il Sentierino, un progetto di architettura e comunicazione urbana che racconta la storia e la cultura della città attorno all'antico Prato della Fiera, trasformatosi poi nel Centro Piacentiniano e che riunisce i diversi attori del territorio, sia dell'ambito pubblico che privato, che hanno reso la città un punto di riferimento del commercio lombardo e nazionale. Attraverso un ambizioso e ricco percorso temporaneo, della durata di cinque mesi, Il Sentierino intende sottolineare quel legame profondo e fecondo che lega le radici storiche della città con le prospettive future di qualificazione di quell'area centrale che è Bergamo Moderna.

Il progetto Il Sentierino consiste in un percorso narrante, intuitivo e di facile fruibilità rivolto a chiunque passeggi nel centro cittadino e che, attraverso delle isole tematiche, si articola in due tipologie di proposte: un allestimento storico – culturale, con strutture volte a raccontare e descrivere a tappe attraverso la storia le personalità legate ai luoghi e all’architettura circostante. E un allestimento botanico che vede nella rivalutazione delle aiuole che costeggiano il Sentierone un progetto green per far riscoprire quelle che erano le specie erbacee locali. Il percorso pedonale e ad anello si sviluppa da Largo Gianandrea Gavazzeni lungo la via pedonale e alberata del Sentierino, che era la strada, tuttora visibile, che costeggia la via pedonale del Sentierone, piantumata ad ippocastani e aiuole che affiancano le panchine, e che un tempo era il luogo di passaggio che collegava i borghi della città, circondato da un prato e usato per il pascolo del bestiame. Proseguendo e attraversando Viale Papa Giovanni XXIII si giunge a Piazza Matteotti e al Chiostro di Santa Marta (appositamente aperto al pubblico nei fine settimana e per i bambini che partecipano al CRE). Dopo aver percorso la Galleria e costeggiato la Torre dei Caduti il percorso avrà come momento conclusivo Piazza Dante e il Centro Piacentiniano.

Il viaggio nel tempo, della durata di 1000 anni, abbraccia la storia della vita della città seguendo la trasformazione dell'antico Prato della Fiera nel Centro Piacentiniano della Bergamo Moderna. In ciascuna delle isole tematiche, evidenziate da piante ed erbe autoctone, verranno illustrati con linguaggio attrattivo e immagini suggestive gli episodi, i personaggi e i diversi aspetti del carattere moderno dell’area. Tra le eminenti personalità che hanno connotato con il loro genio la storia di Bergamo Moderna vengono presentati 26 personaggi storici; tra questi il compositore Gaetano Donizetti, l'impresario Bortolo Riccardi, lo scrittore Carlo Goldoni, i patrioti Francesco Nullo e Gabriele Camozzi, il primo ministro Luigi Luzzatti, l'architetto Marcello Piacentini, l'ingegnere Luigi Angelini, lo scultore Giacomo Manzù.

Le isole tematiche si susseguono secondo un ordine sia cronologico sia toponomastico così da raccontare lo stretto legame tra le personalità e quegli edifici che caratterizzano la fisionomia moderna della città. Ciascun pannello è in italiano e in inglese così da rivolgersi anche a un pubblico internazionale di turisti.

 

Locandina