LE FANCIULLE DI ROCCHI

LE FANCIULLE DI ROCCHI

A Clusone, la mostra Fanciulle di Rocchi dell'Artista Alfonso Rocchi.

 

Sabato 10 agosto ore 18: è questa la data da segnare in agenda se siete appassionati di arte perché a Clusone la galleria d’arte di Franca Pezzoli inaugura, alla presenza dell’artista, una mostra estiva davvero interessante. 

L’artista espositore è Alfonso Rocchi, classe 1951, di Villa d’Ogna. 

Titolo della personale «Le Fanciulle di Alfonso Rocchi», un nome che già ci racconta cosa vedremo nella galleria, lasciando però anche spazio alla sorpresa. 

Perché a dispetto della contemporaneità dell’artista, le opere di Rocchi sono tutt’altro che contemporanee: splendidi dipinti a olio, su tela e tavola, con colori e tecniche utilizzate come nel rinascimento, incorniciati dall’artista stesso con cornici linee nere o in foglia d’oro, dove sono racchiuse queste figure femminili frutto di una grande ricerca e maestria che va oltre la nostra dimensione percettiva, oltre la forma e il colore. 

Guardiamo le sue eteree fanciulle che vivono in uno spazio tempo che non è il nostro, ma ci porta indietro nel tempo, lo si vede dalla loro postura, dal paesaggio che le circonda, dal loro sorriso abbozzato, lo sguardo diretto che ci osserva e ci scruta con iridi di diverso colore,dalla loro acconciatura, dalla foggia dell’abito di velluto trapuntato o di seta ricamata in oro. 

Poi se le osserviamo ancora più attentamente, troviamo su di loro o accanto, dei particolari che ci stupiscono: oggetti contemporanei come una spilla da balia utilizzata come piercing nel lobo, un pacchetto di sigarette accanto a mani candide e affusolate, un accendino di plastica colorato mostrato come un gioiello e una bottiglia coca cola. 

Queste fanciulle sono le creature alle quali l’artista da vita per noi, per affascinarci e stupirci e sono così dolci nel loro candido incarnato, delicate ed eleganti con i loro colli lunghi e sottili e ci scopriamo a pensare “Ma queste fanciulle, esistono veramente o sono solo frutto della fantasia dell’artista?”.