LE GUERRE COLONIALI ITALIANE

LE GUERRE COLONIALI ITALIANE

Continuano gli appuntamenti culturali del mese di febbraio alla Fondazione Serughetti La Porta: "L’Italia e l’Africa: il dominio coloniale italiano tra 800 e 900"

 

Il corso di aggiornamento intende approfondire le vicende dell’espansione coloniale italiana in Africa, collocandole nel contesto della storia nazionale e delle vicende dell’espansione europea nella prima metà del Novecento. Una storia complessa che, se deve tener conto delle vicende diplomatiche e politiche-militari, necessariamente indaga le spinte economiche e i cambiamenti sociali apportati dalla presenza italiana nei territori coloniali. Una storia resa ancora più difficoltosa dal ritardo con cui gli studi storici hanno indagato le vicende coloniali italiani. Il corso propone quindi una lettura di lungo periodo delle peculiarità del colonialismo italiano, e delle relazioni dell’Italia con l’Africa. Il quadro generale proposto nella lezione introduttiva sarà articolato grazie alle lezioni successive dal racconto delle vicende militari di conquista, e dal consenso che esse seppero suscitare in Italia, dalle modalità di costruzione della società coloniale sia dal punto di visto economico che sociale, dalla costruzione di uno specifico diritto coloniale che vede esemplari le leggi razziali. Il racconto della fine del colonialismo italiano, delle relazioni che l’Italia ha mantenuto con le sue ex colonie, il racconto, ricco più di ombre che di luci, che in Italia è stato fatto delle vicende coloniali, la memoria che si è stratificata in Italia e in Africa della presenza coloniale italiana possono aiutare a comprendere le eredità del colonialismo italiano e fornire alcune chiavi di lettura della storia attuale (dalla riparazione dei danni inflitti dal colonialismo in Libia alla restituzione dell’obelisco di Axum all’Etiopia, solo per fare alcuni esempi).

Venerdì 24 febbraio ore 15 "Le guerre coloniali italiane: tra nazionalismo e politiche del consenso" con Uoldelul Chelati Dirar dell'Università di Macerata.

Iscrizioni entro il 31 gennaio.

Per iscrivervi è necessario cliccare sull'apposito pulsante alla pagina http://www.bergamoestoria.it/schedaNews.aspx?lang=&id=829 e compilare la scheda di prenotazione.