LINDA CALLIONI

LINDA CALLIONI

Allo Spazio Arte viamoronisedici, Stefania Burnelli inaugura la nuova mostra di Linda Callioni.

 

Una pittura libera, quella di Linda Callioni. Una pittura che gioca con le forme e i colori riempiendo gli spazi della vita. Una pittura all over, a tutto campo, ricolma di luce, di intenzioni immaginifiche e di risonanze pop.

Superfici dall’effetto caleidoscopico o sfuocato, orditi geometrici e automatismi ipnotici restituiscono a chi osserva memorie di pittura vicina e lontana, tra geometria e libertà espressiva, tra echi di vario astrattismo e graffiti art.

Le tele e le carte di Linda Callioni, ora venate di tracce figurali ora dissolte in puri accenti di cromie, compongono tableaux che pulsano di bagliori dal ritmo modulare: i blu, i rossi, i gialli - ora cristallini ora opalescenti - guizzano e galleggiano in un labirinto di segni tra continui sconfinamenti, oniriche dissolvenze e ostinate volontà di forma.

È una pittura capace di fondere senza gerarchie i registri lirico, giocoso, emotivo e che serba in sé una forte componente vitale di gestualità e di imprevisto. Il risultato, disarmante, sono spazi che ricordano in formato mini certe vetrate di chiese, affollati come sono di segni e insieme leggeri di fremiti e tocchi di luce. Una scrittura che ha radici antiche, di modelli e di studio, che il sogno dell’artista ha completamente trasformato ma senza mai eclissare del tutto. 

La mostra sarà visitabile fino al 20 aprile.