RASTELLI FESTIVAL: UM BELO DIA – DULCE DUCA

RASTELLI FESTIVAL: UM BELO DIA – DULCE DUCA

Dulce Duca ospite del Rastelli Festival in Piazza Mascheroni. 

 

Da venerdì 7 a domenica 9 settembre si svolgerà a Bergamo la terza edizione di Rastelli Festival, due giornate dedicate alla memoria di Enrico Rastelli, straordinario innovatore dell’arte della giocoleria.  Organizzato dalla Fondazione Teatro Donizetti in collaborazione con Ambaradan il Festival riscopre, attraverso varie iniziative, spettacoli, workshop e tornei, lo spirito e l’arte di Enrico Rastelli,  il “signore dell’equilibrio”, precorritore del circo contemporaneo, la cui influenza si avverte ancora oggi.

Um belo dia è un peperoncino rosso al quale mettiamo le ali e diventa una farfalla. Clave che emergono dalla terra chiedendo la possibilità di compiere l’impossibile. Gonne che centrifugano il corpo e fecondano i fiori... Si celebra la nascita di una catarsi. Le farfalle volano senza ali... la bellezza si veste di mille volti. Realtà e sogno danzano come due vecchi amanti. Tutto è reale quando ci credi.

Dulce Duca unisce la giocoleria, la manipolazione e gli equilibri con le clave con un linguaggio del corpo unico e di forte impatto emotivo. Dulce Duca, portoghese, 28 anni, una valigia di esperienza nel teatro di strada e un carico di gioia che non si descrive. A Rastelli Festival porta il suo pezzo di punta, Um Belo Dia (Un Bel Giorno), spettacolo di giocoleria e balancing con il quale si prefigge di trasmetterci forti emozioni attraverso i suoi oggetti. E di emozioni, lei ne sa: inizia nel 2004 sulle spiagge del Portogallo praticando con i suoi amici, nel 2006 parte alla volta de L’Indre, in Francia, dove segue i corsi della Formation Alternative et Autogerée ax Arts du Cirque, un nome, un programma (hippie). Inizia così il suo viaggio emotional, partendo dalla Polonia, passando per Brasile, Spagna, Francia, Danimarca e in Italia.