RETRATOS DE LA MENTE

RETRATOS DE LA MENTE

A Bergamo fino al 8 maggio le opere dello spagnolo Pallarés.

 

InArte Werkkunst Gallery presenta «Retratos de la mente», mostra personale di Ángel J.Gambín Pallarés, pittore ed architetto spagnolo e vincitore del Premio Associazione Esperti d’Arte per il circuito Internazionale Nowart, dello scorso dicembre, a Bergamo. 

La riflessione dell’artista parte dalla definizione “del suo mondo”, ponendo le sue leggi e i suoi limiti, creando il suo linguaggio e scrivendo il suo discorso. Questo mondo è rappresentato dalle risorse tecniche che ogni momento offre, senza limiti; la tecnica è un semplice strumento che contribuisce poco al concetto di creazione. Il vero motore è solo il cervello dell’artista, quello che si nutre degli elementi con cui discernere il fatto o il sentimento di essere rappresentati nell’opera d’arte. Gambín ha analizzato questo discorso in profondità: la propria introspezione, la curiosità del dialogo senza parole, indovinare il messaggio, detrarre l’esterno e sapere ciò che pensiamo per poi intenderlo.