RITRATTI DI DONNA

RITRATTI DI DONNA

Il castello di Pagazzano celebra l’universo femminile con la mostra «Ritratti di donna».

 

Il ritratto femminile ha da sempre rivestito, nella storia dell’arte e non solo, un ruolo di grande importanza. Mazzoleni gli dedica per la prima volta un’intera esposizione, la bellezza della donna ritratta nelle sue molteplici sfaccettature dalle abili mani di ben 13 artisti contemporanei, tra cui spiccano i nomi di Andy Warhol, Mimmo Rotella, Rabarama e Maurizio Galimberti. 

La donna incarna bellezza, dolcezza, poesia, intimità ed eleganza attraverso un’esposizione di circa sessanta opere tra fotografie, pitture e sculture che esplorano l’universo femminile. La figura femminile viene vista in questa occasione come modello di bellezza, come seduttrice ed essere angelico, come veicolo di emozioni, fonte di poesia ed ispirazione, essere ultraterreno ed energico ma ritratta soprattutto nel suo lato più intimo ed umano, icona di stile ed eleganza ma anche profondamente timida e malinconica, simbolo di orgoglio e fierezza, figura ermetica ed enigmatica, eternamente protagonista della grande arte. 

Dalle fotografie di Maurizio Galimberti, a cui il Castello dedica un’intera sala, che immortala i volti noti della contemporaneità tramite mosaici di polaroid; alle donne di Paolo Medici, incarnazioni di sensualità e bellezza; alle meravigliose sculture di Rabarama che rappresentano una figura femminile ricca di forza, energia e potenza vitale; fino alle celebri serigrafie di Marilyn Monroe di Andy Warhol, in cui l’artista ha trovato l’ideale della bellezza femminile unito al culto della celebrità che lui tanto adorava. 

In mostra saranno presenti ben sette serigrafie di Marilyn, icona pop di bellezza e seduzione che non poteva di certo mancare in una mostra dedicata al ritratto della donna; serigrafie tratte dall’iconico fotogramma pubblicitario del film Niagara del 1953 - che mostra il volto della giovane attrice americana e date dal contrasto di colori forti e vivaci sapientemente accostati dal genio della Pop Art americana.  Fin dalle primissime produzioni artistiche la donna ha assunto il ruolo di musa ispiratrice dei più grandi protagonisti della storia dell’arte nazionale ed internazionale, così, anche in epoca contemporanea la bellezza della donna continua ad avere un ruolo fondamentale e di rilievo nelle molteplici manifestazioni dell’arte. 

La mostra “Ritratti di donna” offre ai visitatori un percorso straordinario ed entusiasmante nella storia dell’arte incentrato sui nostri giorni, in una cornice architettonica suggestiva che rimanda immediatamente all’epoca viscontea del XV secolo, con una riflessione profonda ed emozionante sulla figura della donna come protagonista indiscussa nell’arte e nella società, ma soprattutto testimone di come tuttora ispiri le opere di numerosi artisti contemporanei. 

Locandina