Isabella Di Iulio: «Facciamo muro al virus: terza dose per il match point»
METEO In collaborazione con 3BMeteo
Neve Foto del Giorno Neve

Ora il caso
Regeni
non è solo
italiano

di Andrea Valesini
Ora il caso     Regeni     non è solo     italiano

Percorrendo due strade diverse, la procura di Roma prima e la Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni, sono giunte alla stessa conclusione: ad uccidere il giovane ricercatore universitario friulano sono stati gli apparati di sicurezza egiziani e in particolare ufficiali della National security agency (Nsa). Ma la Commissione si spinge oltre: i responsabili dell’assassinio sono al Cairo, probabilmente anche all’interno delle istituzioni guidate dal presidente Abdel Fattah al-Sisi. Il rapimento e le torture mortali avvennero tra gennaio e febbraio 2016.

L’assalto
alla manovra
Il Governo
logorato

di Andrea Ferrari
L’assalto     alla manovra     Il Governo     logorato

In Parlamento la manovra di Bilancio da 30 miliardi è assediata da 6.000 emendamenti, per quattro quinti presentati dalla maggioranza. Non è certo uno scenario insolito visto il consueto «assalto alla diligenza» che i partiti organizzano ogni volta che si presenta alle Camere la legge di Bilancio, però dice abbastanza bene il clima in cui il Governo è chiamato ora ad operare dopo mesi in cui bastava un sopracciglio alzato di Draghi per tacitare ogni protesta dei partiti riducendola ad un sommesso borbottio. Oggi invece le cose vanno un po’ diversamente, e lo stesso presidente del Consiglio si accorge di una erosione progressiva della sua figura cui certo fa ancora da argine il prestigio internazionale, il rispetto e la deferenza con cui viene trattato a Bruxelles come a Washington, però il logorio ormai è un dato visibile.