Accordo Cassa Depositi e Prestiti e Teb  per realizzare il tram della Val Brembana
METEO In collaborazione con 3BMeteo
«Tramonto rosa...» Foto del Giorno «Tramonto rosa...»

Piccole imprese, aiuti
per ripartire insieme

di Laura Arnoldi
Piccole imprese, aiuti per ripartire insieme

Il sostegno alle realtà ancora strette nella morsa della crisi causa Covid. Gomes (Alex Servizi): «L’auspicio è avere un riscontro positivo come quello con le famiglie».

Verso la prova
di settembre

di Andrea Ferrari
Decisionismo e rinvii alla prova di settembre

Il Parlamento chiude i battenti per qualche settimana di ferie estive tra i veleni dello scandalo dei cinque deputati che hanno avuto la faccia tosta di chiedere il bonus dei 600 euro destinati ai lavoratori autonomi. Chiusura amara per un anno difficilissimo in cui i rapporti tra governo e Parlamento, nel pieno dell’emergenza Covid, sono stati più che controversi: più Dpcm il presidente del Consiglio emetteva autonomamente al riparo dal giudizio delle Camere, più aumentavano il disagio dei parlamentari della maggioranza e le proteste di quelli dell’opposizione. Quando però Palazzo Chigi ha cominciato a sfornare dei veri e propri decreti legge da convertire in Parlamento, Montecitorio e Palazzo Madama si sono ingolfati: anche per questo l’ultimo provvedimento governativo, il decreto Agosto, verrà esaminato al Senato già dal 18 agosto.

Ma le sfide restano
Innovazione ed efficienza

di Alberto Krali
Efficienza e innovazione restano  le sfide per il Paese oltre l’opportunismo

Con una lettera inviata alla Commissione Ue, il governo italiano chiede l’attivazione del fondo Sure contro la disoccupazione per un valore di 28,5 miliardi di euro. La spesa di 19 miliardi di euro dei decreti Cura Italia e Rilancio viene così coperta. Non sono soldi regalati e andranno restituiti, si tratta di obbligazioni emesse dall’Unione Europea con garanzia dei singoli Stati. Nel 2019 il deficit di bilancio italiano è stato dell’1,6%, un buon dato se rapportato a Paesi come la Francia che regolarmente vanno oltre il 3%. E tuttavia nonostante il punto di partenza fosse di vantaggio all’Italia, è riuscito anche questa volta di superare le aspettative.

Chiara dietro le quinte
di «Homeland»

di Chiara Zonca
Chiara dietro le quinte di «Homeland»

Chiara Ferrara ha 33 anni e si occupa della logistica delle grandi produzioni cinematografiche americane. Vive tra Londra e Los Angeles: gli studi alla Ucla. C’era una volta una ragazza che sognava di sfondare nel mondo del cinema. Non come attrice protagonista, piuttosto come «tuttofare» che sta dietro le quinte e riesce a farle funzionare così bene da tenere tutti incollati allo schermo. Chiara Ferrara, 33 anni di cui 18 vissuti a Bergamo e i restanti da «homeless» come ama definirsi, ne ha fatta di strada dal quel «no» secco ricevuto dalla sua famiglia di fronte a una borsa di studio per studiare cinema a Los Angeles.