Giovedì 04 Settembre 2008

La tromba d’aria non risparmia Malpaga
Danni al castello e al cascinale

Non solo Cologno è stata toccata dalla violenta tromba d’aria che si è abbattuta nella Bassa Bergamasca mercoledì 3 settembre. Anche Malpaga non è stata risparmiata, con gravissimi danni al cascinale attiguo al castello e al fossato dello storico e famoso edificio.Ancora non è stata compiuta una stima dei danni: la tromba d’aria ha distrutto una parte del cascinale attiguo al castello di proprietà dell’Azienda agricola Malpaga Spa. Si tratta d un’area della lunghezza di circa 80 metri un tempo utilizzata per il deposito del fieno e ora usata come rimessa dei macchinari agricoli. Il vento ha causato il crollo del tetto con la caduta di detriti sui macchinari parcheggiati nello spazio: irrigatori, carri agricoli, inseminatori che potrebbero essere stati danneggiati gravemente.La tromba d’aria ha anche danneggiato lo stesso castello e, nello specifico, una parte del fossato: il forte vento ha infatti distrutto il parapetto e il muro di contenimento in mattoni sul lato ovest del castello, un’area della lunghezza di circa 30 metri.Danni ingenti, quindi, che preoccupano la proprietà delle strutture e che hanno determinato la sospensione di una fiera agricola prevista proprio nella giornata di venerdì 5 settembre. In programma, infatti, una fiera dimostrativa per presentare alcune specie di mais ibrido, manifestazione a cura del Consorzio agrario bergamasco da mesi fissata in calendario e che tradizionalmente richiama molti interessati dalla Bergamasca ma anche da tutta Italia. Per l’occasione anche 8 ettari della proprietà agricola erano stato coltivati con questi sementi ibridi, ma il vento e la grandine di mercoledì hanno distrutto tutte le colture provocando gravi danni su buona parte dei 300 ettai di coltivazioni, per lo più mais, che circondano il castello.Intanto anche Cologno al Serio continua a contare i danni e i 100 mila euro stimati per rimettere a nuovo quanto la tromba d’aria ha distrutto nel nuovo centro sportivo di Cologno al Serio, che dal 2004 è in costruzione in località Galose, trovano una conferma. Il maltempo ha devastato gravemente la grande tribuna coperta che si trova al servizio dei due campi da calcio in erba sintetica, strappando con violenza la maggior parte della copertura in lamiera coibentata che ricopre le travi in legno a vista. La copertura, a seguito del forte vento, è andata a finire sparsa per tutto il centro, in parte in mezzo al campo da calcio Est, in parte contro la recinzione, strappandola in più punti, in parte sopra la palazzina che ospita i bagni e la biglietteria. Un grosso pezzo di tetto, dopo un volo di qualche decina di metri, ha piegato uno dei grossi pali di ferro della recinzione, finendo nel prato del ristorante «L’Ostér de fò», che si trova oltre il confine, abbattendo anche un pino.        (04/09/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata