Lunedì 18 Gennaio 2010

Scuola, col patto territoriale
riconosciuto il punteggio

Il 2 dicembre scorso, lo Snals-Confsal regionale, sostenendo con fermezza la linea di richiesta proveniente dalla categoria, ottenne che venisse stilato un documento unitario (Snals-Cisl-Uil-Gilda) per il direttore regionale dott. Giuseppe Colosio affinché a tutto il personale coinvolto nelle attività di cui al Patto territoriale venisse riconosciuta la valutazione del servizio ai fini dell'attribuzione del punteggio nella graduatoria nella quale risulta inserito.

In data 18 gennaio 2010 - scrive il segretario provinciale dello Snals, Loris Renato Colombo - il Direttore regionale dott. Giuseppe Colosio, ha precisato che: 1. a norma dell’art. 5, c. 4, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100, il personale docente abilitato non inserito nelle graduatorie provinciali ad esaurimento e il personale docente non abilitato che svolga le attività progettuali previste dal Patto territoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha diritto alla valutazione del servizio commisurato alla durata del progetto stesso; 2. a norma dell’art. 5, c. 4, del Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100, il personale ATA inserito nelle graduatorie di istituto di terza fascia che svolga le attività progettuali previste dal Patto territoriale tra USR, Regione Lombardia e OO.SS. ha diritto alla valutazione del servizio commisurato alla durata del progetto stesso; detto servizio è utile anche ai fini della maturazione dei requisiti per l’accesso alle graduatorie provinciali permanenti di cui all’ art. 554 del Decreto legislativo 297/94.

La nota emanata, in data odierna, dal Direttore regionale sostituisce integralmente la nota prot. 20809 del 16 novembre 2009, a seguito delle novità introdotte dal Decreto Ministeriale del 17 dicembre 2009, n. 100.

a.ceresoli

© riproduzione riservata