Giovedì 28 Gennaio 2010

Romano: «Dipendenti in malattia?
Nel 2008 assenze calate del 33%»

A Romano di Lombardia non hanno digerito le statistiche del ministro Brunetta sulle assenze dei dipendenti comunali, +50% nel dicembre 2009 rispetto al 2008. «Ho fatto due conti - dice l'ex sindaco Emilio Tognoli -: il dato dell’incremento delle assenze riguarda solo il paragone dicembre 2008-dicembre 2009, ma se si guarda il dato mese per mese nel 2009 c’è stata una riduzione delle assenze del 33% rispetto al 2008».

Intanto però a Romano è stata assegnata la maglia nera tra i Comuni bergamaschi con più di 50 dipendenti. «Non si può generalizzare con una campagna contro chi lavora nella pubblica amministrazione - sottolinea Giuseppe Radici, segretario regionale della Funzione Pubblica della Cisl e dipendente del Comune di Romano in aspettativa sindacale e quindi non conteggiato tra le assenze -: questo Comune ha quasi 19 mila abitanti e ha 55 dipendenti a tempo indeterminato, in media uno ogni 388 residenti  quando la media nazionale è di 1 ogni 101 abitanti e contro una medi lombarda di un dipendente comunale ogni 175 abitanti».

«Sono dati che parlano da soli - aggiunge -: basta un’assenza in più per ricovero o infortunio per alzare il tasso di assenza rispetto ad altri periodi; il dato di dicembre 2009 è anche da collegare al fatto che il Comune in questo mese punta a fare smaltire ai dipendenti le ferie arretrate, che sono un diritto dei lavoratori così come le assenze per maternità tanto per fare un esempio».

«Se poi di mezzo c’è il blocco delle assunzioni e lo sforamento del patto di stabilità - conclude Giuseppe Radici - si può leggere più razionalmente la statistica del ministro Brunetta».

«Mi meraviglio della statistica per quanto riguarda Romano - aggiunge Emilio Tognoli, ex sindaco che ha seguito il problema anche come assessore al personale -: conoscendo bene  la serietà e la professionalità dei nostri dipendenti comunali». E prosegue: «Considerando l'intero anno, altro che maglia nera: ciclisticamente parlando ci toccherebbe quasi la maglia rosa. Il ministro Brunetta così fa solo populismo».

E il suo successore, Michele Lamera, dal luglio scorso ha deciso di mettere su internet le assenze dei dipendenti comunali divisi per settore e per mese. «Sono numeri - dice - che hanno un loro valore ma non significa che ci sia lassismo e assenteismo tra i nostri dipendenti. Bastano 2 ricoveri ospedalieri  in più rispetto a rilevazioni precedenti , su un’organico come quello di Romano e il tasso  di assenza sale. La nostra pianta organica comunale prevede poco più di 60 dipendenti: ora ne abbiamo 55 e stiamo  lavorando per creare le condizioni per poterla coprire completamente. Se il Comune di Romano dovesse avere i dipendenti almeno in media con il resto della Lombardia, dovrebbe averne 106, poco meno del doppio di quelli oggi in servizio».

r.clemente

© riproduzione riservata