Martedì 23 Febbraio 2010

Scontro sulla «Rivoltana»
morto un rappresentante di Calcio

Lo schianto frontale con il tir che arrivava dalla direzione opposta è stato particolarmente violento. Romano Pedersoli, rappresentante di libri di 58 anni, di Calcio, è morto sul colpo, incastrato tra le lamiere della sua auto, una Ford Focus.

L'incidente martedì mattina lungo la provinciale Rivoltana, nel territorio comunale di Truccazzano, in provincia di Milano. La polizia locale si sta occupando di ricostruire nel dettaglio la dinamica dell'incidente, ma la prima ipotesi – confermata dai testimoni dello scontro – è che Perdersoli si trovasse sulla corsia opposta di marcia perché in fase di sorpasso.

Probabilmente non ha calcolato bene lo spazio per terminare la manovra e la sua auto è finita contro il pesante autoarticolato. Il camionista non ha potuto fare nulla per evitare l'auto. Pedersoli – sempre secondo una prima ricostruzione dei fatti, ancora tutta da verificare – avrebbe tentato di sterzare per tornare nella sua corsia di marcia, ma ormai era troppo tardi: con la parte sinistra l'auto ha centrato la cabina del tir, sul lato destro.

L'impatto è stato violentissimo: la Ford si è accartocciata su se stessa e rigirata. Pedersoli è deceduto all'istante, incastrato tra le lamiere. Al momento dell'incidente il cinquantottenne stava viaggiando in direzione di Milano, dove lavorava: nel rettilineo della Rivoltana compreso tra due rotatorie, all'altezza di Truccazzano, il drammatico schianto.

Il rappresentante di libri stava sorpassando un'altra auto, una Kia, quando si è trovato di fronte l'autoarticolato Scania che arrivava dalla direzione opposta. Probabilmente pensava di fare in tempo a terminare il sorpasso. Invece, all'ultimo, ha sterzato, urtando violentemente il camion e, solo leggermente, anche la stessa Kia.

Per saperne di più leggi L'Eco in edicola il 24 febbraio

a.ceresoli

© riproduzione riservata