Lunedì 01 Marzo 2010

Calo dei furti in casa: ma Bergamo
è 9ª fra le peggio messe d'Italia

In Bergamasca calano i furti in casa: nel primo trimestre del 2009 sono stati 1.771, con una incidenza di 16,5 colpi messi a segno ogni 10 mila abitanti. La diminuzione rispetto al 2008-2009 è stata del 7,8%, del 3,5 % rispetto al 2007/2008. Ma nonostante questo Bergamo è la nona peggio messa in classifica. Peggio, in Lombardia, va solo a Milano (8ª peggior classificata), a Como e Varese (4ª) e Pavia (3ª).

È quanto emerge da un'indagine de Il Sole 24Ore che presenta nell'edizione di oggi l'analisi  sui dati della criminalità nelle città d'Italia: vengono segnalate le dieci peggiori e le dieci migliori città nei vari ambiti.

Per quanto riguarda Bergamo, la nostra città non compare mai fra le migliori 10 in nessun settore, mentre risulta invece al 9° posto tra le peggiori in tema di furti in abitazione.

Per quanto riguarda il totale dei delitti nel primo semestre del 2009, le peggiori dieci classificate sono nell'ordine: Milano, Torino, Genova, Bologna , Rimini, Firenze, Prato, Modena, Roma e Imperia.

La città migliore invece è Oristano, poi Matera, Potenza, L'Aquila, Benevento, Campobasso, Avellino, Enna, Belluno, Crotone.

L'indagine de Il Sole segnala i dati sui furti in casa, ma anche i soggetti arrestati, i borseggi, le rapine, gli scippi, le estorsioni, le violenze sessuali e le truffe informatiche: a questo proposito, Bergamo ha visto una diminuzione del 16,4% rispetto all'anno precedente, con 713 casi e una media di 6,6 ogni 10 mila abitanti.

Clicca qui per vedere le aree più e meno colpite nel primo semestre 2009

r.clemente

© riproduzione riservata