Lunedì 08 Marzo 2010

Scoperto a rubare in un bar
In casa ha 150 monete d'oro

I carabinieri lo hanno colto in flagrante mentre scassinava le macchinette in un bar, in cui era entrato dopo aver rotto il vetro di una finestra. Il giovane, già arrestato poco tempo fa per aver scassinato una serie di distributori di latte in provincia, è stato arrestato e i carabinieri gli hanno perquisito l'abitazione. E lì, nell'appartamento di via Rosolino Pilo, hanno trovato la sorpresa: una collezione di 150 monete, alcune d'oro, del valore di diverse migliaia di euro e un intero distributore di preservativi sradicato dal muro di una farmacia.

Tutto è successo la notte tra sabato e domenica, nelle prime ore del mattino: una pattuglia di carabinieri del Nucleo Radiomobile, mentre stava pattugliando la zona di Monterosso, ha visto sul retro del bar Original di via De Gasperi una finestra rotta. I militari sono entrati e hanno sorpreso il 34enne, residente a Bergamo, mentre stava scassinando una macchinetta. In tasca aveva già duemila euro prelevati dalla cassa e da altre macchinette.

Per il ladro sono scattate le manette e la perquisizione dell'abitazione, dove i carabinieri hanno trovato altra refurtiva: il distributore, scassinato da una farmacia (il furto non è stato ancora denunciato e quindi non è stata identificata), e una collezione di 150 monete della Repubblica di San Marino, Città del Vaticano, Colombia e Francia di cui si ignora la provenienza.

I militari stanno ora cercando di risalire al proprietario e invitano chiunque abbia subito il furto a presentarsi al comando provinciale di via delle Valli. Le monete, alcune d'oro, hanno un valore di qualche migliaio di euro. Sequestrate anche una videocamera e una stampante. Il giovane è stato processato lunedì mattina in direttissima.

k.manenti

© riproduzione riservata