Treno da Lourdes: 15 ore di ritardo
per 600 pellegrini bergamaschi

Treno da Lourdes: 15 ore di ritardo per 600 pellegrini bergamaschi
Il ritorno in treno da Lourdes si sta rivelando una disavventura per 600 pellegrini bergamaschi che sarebbero dovuti arrivare a Bergamo stamattina, mercoledì 5 maggio, alle ore 11,30 e invece alle 13,30 avevano appena superato Carcassonne. Il treno, originariamente in partenza da Lourdes martedì alle 17,35, ha infatti lasciato la stazione della cittadina frencese soltanto alle 8,17 di mercoledì, dunque con quasi 15 ore di ritardo.

A causare il maxi ritardo è stato il maltempo che ha sconvolto martedì il sud della Francia con mareggiate (onde alte sei metri) in Costa Azzurra e nevicate nel sud ovest. A Nizza tutte le istallazioni sulla spiaggia, dall'aeroporto al porto, sono state spazzate via e anche la linea ferroviaria è stata danneggiata.

Per i pellegrini bergamaschi non ci sono stati però grandi problemi per l'ottima organizzazione. Tutto sotto controllo. Notte trascorsa sui vagoni, fermo in stazione, e stamattina c'è stata l'agognata partenza. Il direttore del treno, Giovanni Feletti, prevede l'arrivo a Bergamo verso le 5 di giovedì mattina, salvo ulteriori ritardi.

Il tempo sul treno è comunque passato velocemente, anche grazie all'animazione di radio Unitarsi con il conduttore Teo Mangione e il fonico Luigi Zibetti in azione. In ogni vagone c'era un altoparlante, così la voce di Teo si è sentita in tutto il treno; tra l'altro sono stati letti i tanti sms inviati dai pellegrini e riguardanti l'esperienza vissuta a Lourdes.


© RIPRODUZIONE RISERVATA