Mercoledì 02 Giugno 2010

Area ex Sace, ruspe al via
Parte il primo lotto del piano

Ormai ci siamo: la parola fine alla travagliata vicenda Sace è a un passo dall'essere scritta. Con l'incontro tra la proprietà dell'area di via Baioni, la società privata Conca Fiorita, e la Milesi Sergio srl, azienda di Gorlago specializzata in lavori edili, è stato fissato a metà di settimana prossima l'inizio dei lavori di demolizione e di scavo per la realizzazione del primo lotto di lavori del piano integrato di intervento sull'area ex Sace.

Mercoledì 7 giugno, salvo imprevisti, la Milesi Sergio comincerà quindi ad abbattere i capannoni e gli edifici industriali in disuso che si trovano all'angolo tra via Crescenzi e via Pescaria per far spazio al cantiere su cui sorgerà la nuova sede dell'Abb Sace. Si tratta di una palazzina di oltre 10 mila metri quadrati dove saranno ospitati gli uffici direzionali, tecnici e amministrativi dell'azienda e dove verrà anche realizzato un laboratorio all'avanguardia tecnologica per la progettazione di impianti elettrici: in totale 300 posti di lavoro assicurati. I lavori di demolizione e scavo si dovrebbero concludere ad agosto e dopo l'estate tutto potrebbe essere pronto per cominciare a costruire.

La palazzina, secondo i programmi, sarà ultimata tra circa 2 anni e dopo si potrà provvedere alla demolizione dell'area attualmente adibita all'uso dell'Abb Sace per dare il via al secondo lotto di lavori. Questa seconda tranche porterà alla realizzazione di un complesso residenziale e commerciale il cui progetto però è ancora tutto da definire, ovviamente all'interno degli estremi fissati dal Piano d'intervento integrato.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 2 giugno

fa.tinaglia

© riproduzione riservata