Giovedì 24 Giugno 2010

Bottanuco: infarto al sindaco
salvato da due colleghi medici

È stato il tempestivo soccorso dei due sindaci-medici, Silvano Donadoni di Ambivere e Roberto Colleoni di Calusco d'Adda, a salvare la vita al sindaco di Bottanuco, Angelo Locatelli, 52 anni, colpito improvvisamente da un arresto cardiaco un quarto d'ora dopo la mezzanotte a Filago.

È accaduto alla fine dell'assemblea dei sindaci della Comunità dell'Isola, che si era svolta nella sala consiliare del comune di Filago. Alcuni sindaci si erano intrattenuti qualche minuto all'esterno del municipio per scambiarsi i propri pareri sui problemi derivanti dalla gestione di un comune. Locatelli stava parlando con l'architetto Davide Fortini di Agenda 21 e con il sindaco di Carvico, Luigi Panzeri, quando si è accasciato, come racconta Fortini.

«L'ho visto piegarsi leggermente in avanti, portarsi una mano al cuore e poi cadere all'indietro, battendo il capo per terra». Si è pensato subito a un malore, così sono accorsi i due sindaci-medici che hanno capito che il problema era più grave: un improvviso infarto. Infatti Angelo Locatelli era andato in arresto cardiaco.

Donadoni e Colleoni hanno iniziato subito a praticargli il massaggio cardiaco, mentre un altro sindaco ha allertato il 118. Due volontari si sono alternati ai medici nel massaggio cardiaco, riuscendo a fare riprendere a Locatelli la regolare respirazione.

Ma ancora una volta il sindaco di Bottanuco è andato in arresto cardiaco. I medici e i volontari si sono prodigati senza sosta nel massaggio cardiaco finché non sono arrivati i medici del 118, che con bravura e professionalità sono riusciti a rimettere in funzione il cuore usando il defibrillatore e ricorrendo ancora al massaggio cardiaco.

Le varie fasi sono state seguite con ansia e apprensione dai sindaci presenti e il sospiro di sollievo c'è stato quando Angelo Locatelli ha iniziato a muovere la testa e a respirare, benché ancora incosciente. Portato agli Ospedali Riuniti di Bergamo, il sindaco di Bottanuco è stato operato d'urgenza nella giornata di mercoledì al cuore. Ora si attende il decorso della fase post operatoria.

Angelo Locatelli durante l'assemblea dei sindaci era intervenuto con un tono accesso, sfogandosi contro la validità dell'Unione dei comuni. Ma dopo il veemente discorso, Locatelli aveva scherzato con i colleghi sindaci senza denotare nessun problema di carattere fisico. Fino all'improvviso infarto. Leggi di più su L'Eco di giovedì 24 giugno.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata