Mercoledì 14 Luglio 2010

Tornava da una gita al lago
la donna di Brembate morta a Lecco

Tornavano da un pomeriggio trascorso a Lierna, un paesino del Lecchese in riva al lago. Ma quella che doveva essere una bella giornata per i coniugi Maggioni di Brembate Sopra si è trasformata in una tragedia. In un incidente nel tunnel di Lecco, è morta praticamente sul colpo Graziella Valoti, 54 anni, mentre il marito Giorgio è rimasto seriamente ferito.

La coppia viaggiava su una moto Guzzi 750 Nevada, ed era di ritorno dal lago. Verso le 17,30 stavano percorrendo la galleria di Lecco in direzione sud, non molto lontano dall'uscita delle «Meridiane». I primi accertamenti svolti dalla polizia stradale hanno consentito di ricostruire la dinamica del mortale incidente causato da una Fiat Punto guidata da una quarantenne di Lecco, che ha tamponato la Guzzi. La donna è stata sbalzata dal sellino posteriore della moto e, piombata pesantemente sull'asfalto, pare sia stata trascinata per alcuni metri dalla Fiat Punto.

Il marito, seppur ferito, è riuscito a prendere la moglie e spostarla al bordo della strada, per evitare che fosse travolta dalle auto in corsa nella galleria. Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 che, dopo aver cercato inutilmente di rianimare la 54enne di Brembate Sopra, hanno dovuto constatarne il decesso. Il marito, Giorgio Maggioni, è stato trasportato all'ospedale «Alessandro Manzoni» di Lecco, dov'è ancora ricoverato per fratture agli arti. La salma della donna è stata composta nella camera mortuaria dell'ospedale di Lecco, a disposizione della magistratura. Nelle prossime ore la famiglia provvederà a comunicare la data del funerale.

«Abbiamo saputo dell'incidente accaduto ai nostri genitori solo lunedì sera verso 20,30 – racconta straziata la figlia Marika –, quando il papà ha informato mio fratello Luca dell'accaduto. Subito abbiamo raggiunto l'ospedale di Lecco dove purtroppo abbiamo saputo della morte della mamma». Originaria di Nembro, Graziella Valoti abitava con il marito in una palazzina di via Damiano Chiesa. La famiglia Maggioni è molto conosciuta e stimata a Brembate Sopra, dove Giorgio, che è in pensione dopo aver lavorato come elettricista, da più di 10 anni ricopre la carica di consigliere comunale della Lega Nord. Tra i suoi congiunti, un fratello missionario, Gianni, è morto in Malawi nel 2007 all'età di 66 anni. Fra i parenti di Giorgio Maggioni ci sono anche padre Corrado Maggioni e suor Valeria delle suore cappuccine.

Fin da lunedì sera il sindaco di Brembate Sopra, Diego Locatelli, è stato vicino ai familiari del suo consigliere comunale e ha seguito l'evolversi della situazione. Ieri mattina ha informato gli amministratori del lutto che improvvisamente ha colpito il consigliere Maggioni, con la perdita della moglie Graziella. Ha quindi espresso a Giorgio e ai figli Marika e Luca, il suo personale cordoglio unito a quello della Giunta, del Consiglio comunale e di tutta la comunità di Brembate Sopra.

Remo Traina

a.ceresoli

© riproduzione riservata