Martedì 20 Luglio 2010

Montello, litiga con 2 marocchini
Derubato della vespa. Presi

Prima qualche parola di troppo, poi uno scambio di spintoni e quindi il furto della vespa e dei documenti personali. È accaduto a Montello il 19 luglio intorno alle 18,40, quando un italiano di 38 anni ha avuto uno diverbio con due ragazzi marocchini di 25 e 20 anni. Dalle parole si deve essere passati in poco tempo ai fatti e dopo qualche spintone i due extracomunitari sono saltati in sella alla vespa del 38enne e sono fuggiti. Chiamati dalla stessa vittima, sul luogo è giunta un'auto dei Carabinieri del Nucleo radiomobile di Bergamo e una pattuglia della Stazione di Calcinate.

Dopo i primi rilievi i militari hanno cominciato a pattugliare le zone circostanti, quando, alla stazione ferroviaria di Montello, hanno intercettato il più anziano dei due marocchini. Perquisitolo, i militari lo hanno trovato in possesso dei documenti della vespa e hanno quindi proceduto al suo arresto. Pochi minuti più tardi, mentre i Carabinieri stavano recandosi nella locale caserma con il derubato per la denuncia, la vittima della rapina ha intravisto lungo il tragitto il secondo malvivente, che è così stato immediatamente fermato dai militari dell'Arma e arrestato anch'esso. Per entrambi l'accusa formalizzata è di rapina aggravata in concorso. Sia la vespa sia i documenti sono stati restituiti al legittimo proprietario dai Carabinieri.

t.mirabile

© riproduzione riservata