Venerdì 23 Luglio 2010

Sparano in testa a un pregiudicato
Trovato vivo in una cava a Burligo

È giallo a Burligo, frazione di Palazzago: un uomo, la cui identità non è ancora stata resa nota dagli inquirenti, è stato trovato mercoledì mattina in località Colle Pedrino, gettato in un dirupo non distante dalla cava Italcementi, gravemente ferito da uno o più colpi di pistola alla testa (non è ancora chiaro quanti) e con un braccio rotto. Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di un pregiudicato.

Tutto sembra far pensare a un tentativo di esecuzione. Da parte degli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Maria Mocciaro, per ora vige tuttavia il più stretto riserbo per esigenze di indagine. Fra le ipotesi, quella di un regolamento di conti: ma al momento gli investigatori non si esprimono. L'uomo attualmente si trova ricoverato in gravi condizioni agli Ospedali Riuniti di Bergamo, dove è stato operato. La prognosi è riservata.

A trovare l'uomo sarebbe stato un agricoltore della zona. Mentre portava al pascolo il bestiame, ha notato il ferito, immobile, in un dirupo non distante dalla cava. L'individuo era nudo e non dava segni di vita. Erano circa le 9,30 del mattino di mercoledì. L'agricoltore ha dato subito l'allarme e, sul posto, si sono precipitati i soccorsi e le forze dell'ordine.

Leggi di più su L'Eco in edicola venerdì 23 luglio

a.ceresoli

© riproduzione riservata