Venerdì 24 Settembre 2010

Fondi per le famiglie in difficoltà
Un milione di euro dalla Provincia

È stato sottoscritto ieri, giovedì 23 settembre, l'accordo tra la Provincia di Bergamo e il Consiglio dei sindaci per destinare alle famiglie bergamasche il milione di euro messo a disposizione da via Tasso. Chiamati alla firma il presidente Ettore Pirovano e monsignor Maurizio Gervasoni, presidente della Caritas diocesana bergamasca, a cui sono stati destinati 100mila euro del fondo anticrisi, oltre a Leonio Callioni, presidente dei Consiglio dei sindaci.

Presenti inoltre l'assessore provinciale alle Politiche sociali e salute, Domenico Belloli, e i presidenti delle assemblee dei sindaci degli Ambiti territoriali. Callioni, dopo aver ringraziato la Provincia per la disponibilità di un fondo che «andrà a dare un po' di respiro alle famiglie colpite dalla crisi economica», ha sottolineato il lungo lavoro portato avanti con via Tasso: «Con l'accordo firmato si conferma ancora una volta la grande importanza delle realtà territoriali nella gestione delle politiche sociali a sostegno delle situazioni fragili. Gli Ambiti e i sindaci in particolare sono ogni giorno a stretto contatto con i problemi dei propri Comuni e vedono quindi da vicino chi necessita di un sostegno perché in grande difficoltà. Assegnare al territorio la distribuzione di questo fondo significa saper arrivare là dove serve», ha commentato Callioni.

«Questi sono gli atti concreti del nostro governo, di vicinanza al territorio e alle famiglie, soprattutto quelle in difficoltà – ha detto Pirovano –. A dimostrazione della profonda collaborazione tra la Provincia e le Amministrazioni comunali firmiamo questo accordo grazie al quale forniamo agli Ambiti le risorse per agire concretamente: si tratta di un ulteriore e tangibile segno della nostra politica di prossimità alle realtà locali che va ad aggiungersi agli accordi già stipulati con il Consiglio per l'inserimento lavorativo e il trasporto dei disabili».

La Provincia, di fatto, con l'approvazione di questo accordo, va ad incrementare i due fondi che la Caritas ha già attivato con altri enti per venire incontro alla situazione di crisi lavorativa preceduta dalla crisi finanziaria internazionale, con criteri già stabiliti nei fondi attivati – ha commentato mons. Gervasoni –. «Siamo inoltre soddisfatti per la scelta della Provincia di contribuire al sostegno delle famiglie in difficoltà, assegnando la parte cospicua di questo fondo agli Ambiti». Nella seduta di oggi, venerdì 24, il Consiglio ha scelto anche il simbolo di tutti i sindaci: il profilo stilizzato di Città Alta che prende forma da una base tricolore, richiamo della fascia dei sindaci.

t.mirabile

© riproduzione riservata