Venerdì 24 Settembre 2010

Misiani: «Dalla Regione il triplo
di quanto previsto oggi nel bilancio»

«Ho letto con attenzione la lettera di Mologni: le lamentele sul servizio ferroviario non sono una novità ma, purtroppo, sono perfettamente fondate. Spessissimo i pendolari bergamaschi vivono il viaggio per il luogo di lavoro in pessime condizioni e i ritardi sono all'ordine del giorno. Le ferrovie lombarde, malgrado le promesse, rimangono in condizioni disastrose Proprio nel momento in cui gli italiani capiscono che per salvaguardare la nostra salute occorre incentivare il trasporto ferroviario e ridurre l'inquinamento». A dichiararlo è Antonio Misiani, deputato bergamasco del Partito democratico: «Il Pd vuole che la Regione destini almeno il triplo di quanto oggi previsto nel bilancio regionale per ottenere più percorrenze e maggiori frequenze - ha dichiarato -. Questo perché occorre rinnovare il parco rotabile, non solo perché i treni tornino ad essere dignitosi rispetto all'attuale degrado, ma perché una parte dei disagi e dei ritardi è dovuta al materiale scadente. Inoltre è necessario realizzare gli interventi di ammodernamento delle linee, con tratti di linea dedicati, tratte di aggiramento per le merci, nuove stazioni attrezzate con parcheggi».

La Regione, sempre secondo Misiani, potrebbe infine garantire l'attivazione di biglietti unici per il tragitto da casa al luogo di lavoro o di studio, anche con mezzi diversi, e attraversando province diverse. «La manovra finanziaria del centrodestra ha tagliato anche i trasferimenti alle regioni - conclude il deputato bergamasco -, esattamente il contrario di quello che avremmo dovuto fare per incentivare il trasporto ferroviario e renderlo degno di un paese civile».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata