Venerdì 01 Ottobre 2010

Preso dopo la rapina col martello
In carcere un ragazzino di 16 anni

È un ragazzino 16enne del paese il bandito solitario che giovedì mattima ha assaltato un negozio di abbigliamento gestito da una donna cinese a Nembro, fuggendo con 350 euro di bottino. Il giovane ha fatto irruzione armato di martello e con il viso parzialmente coperto da una bandana.

Il colpo è stato messo a segno intorno alle 11, nel negozio «Ilaria» di via Camozzi. All'interno c'erano la titolare, una trentottenne di origine cinese, e quattro clienti. Questi ultimi, quando il bandito è entrato nel market urlando e brandendo il martello, sono scappati: due si sono rinchiusi nel bagno, gli altri due si sono rifugiati nel camerino. Ad affrontare il rapinatore è rimasta così solo la titolare.

Il ragazzino l'ha minacciata con l'utensile e l'ha costretta ad aprire la cassa. All'interno c'erano 350 euro, che il malvivente ha arraffato. Dopo di che è uscito dal negozio e si è dileguato a piedi. La titolare, mentre i clienti rispuntavano dai loro nascondigli, ha dato l'allarme chiamando i carabinieri.

I militari lo hanno individuato grazie alla descrizione delle vittima e lo hanno cercato per il paese arrestandolo mentre rientrava a casa, Ora è rinchiuso nel carcere minmorile Beccaria di Milano, con l'accusa dirapona aggravata. Addosso i militari gli hanno trovato ancora il martello utilizzato per la rapina e l'incasso rapinato.

a.ceresoli

© riproduzione riservata