Mercoledì 08 Dicembre 2010

Yara, Fikri vuole tornare in Marocco
Il legale: «Ma rientrerà in Italia»

La prima preoccupazione di Mohammed Fikri, il marocchino scarcerato dopo le accuse sulla sparizione di Yara Gambirasio, è stata per il suo cellulare, il portafoglio e la sua auto, sequestrati dalla Procura bergamasca. Il suo legale, Roberta Barbieri, gli ha consigliato un posto sicuro, lontano dai giornalisti: «Non è a Montebelluna nè a Vallà di Riese Pio X». Fikri vuole tornare presto in Marocco: «Desidera rivedere i suoi genitori ma poi vuole rientrare sicuramente in Italia».

L'avv. Barbieri mercoledì si recherà il Procura a Bergamo per cercare di ottenere la restituzione di quanto Fikri aveva con sè al momento del fermo, compreso il biglietto della nave diretta in Marocco sulla quale è stato bloccato.

«Dobbiamo capire - dice ancora il legale - se potrà riottenerlo e riutilizzarlo, anche se è datato 4 dicembre». Il difensore del magrebino torna poi a parlare della volontà di richiedere il risarcimento per la carcerazione subita. «Non è detto che la richiesta venga avanzata in questi giorni - sottolinea - .Dobbiamo valutare se sia il caso di proporla una volta ottenuta l'archiviazione. Sicuramente l'avanzeremo - ripete - ma non so dire quando».

e.roncalli

© riproduzione riservata