Giovedì 13 Gennaio 2011

«Fondi alla festa della birra?»
A Gazzaniga biblioteca in degrado

«A Gazzaniga non c'è solo una festa della birra da sostenere economicamente, ma anche una biblioteca che un tempo era il gioiello (anche architettonico) della cultura in Media Valle Seriana e che oggi è in uno stato di estremo degrado». E' quanto sostiene Roberto Pegurri del Circolo Pd Media Valle Seriana.

In una mail inviata alla redazione Pegurri scrive, con qualche punta di iroia. «Sono rimasto molto soddisfatto quando ho appreso del contributo della Provincia alla festa della birra di Gazzaniga organizzata dai giovani padani. Colpito dalla sensibilità della giunta Pirovano verso il mio Paese, volevo segnalare a Presidente ed Assessori che a Gazzaniga oltre alla Festa della Birra, abbiamo anche una biblioteca che è in uno stato di estremo degrado».

Questi i punti critici: «Sicurezza, per accedere ai tre piani della biblioteca vi è una sola scala. Se un qualsiasi incidente, ipotizziamo un incendio, dovesse rendere la scala inagibile, utenti e personale resterebbero bloccati nella struttura in condizione di evidente pericolo; non c'è il bagno per i portatori di handicap. Ultimamente ho visto un ragazzo su carrozzella svolgere dei lavori in biblioteca, per lui in caso di necessità, l'unica opzione è tornarsene a casa; Auditorium: unica sala comunale di Gazzaniga era particolare dal punto di vista architettonico perché con l'apertura di una saracinesca, il palco era visibile anche da un piccolo anfiteatro esterno. E' in disuso ormai da anni e viene utilizzato come magazzino; Pulizia: i lavori sono appaltati ad una ditta esterna ma come è evidente (per chi frequenta la biblioteca) sono svolti in modo approssimativo. Questa può non essere solo una questione di soldi ma anche di buona amministrazione. Sta infatti al buon amministratore verificare se le ditte appaltatrici svolgono bene i lavori. Si tratta in sostanza di verificare se vengono ben spesi i soldi pubblici (“i miei soldi” come piace dire ai leghisti). E' importante sottolineare che la biblioteca dista dalla sede del comune una decina di metri, non dovrebbe quindi essere complicato per Giunta e Sindaco verificare le condizioni di pulizia della biblioteca e prendere le opportune iniziative; stato generale: in tutta la biblioteca vi sono: infiltrazioni, vetri rotti, caloriferi con griglie danneggiate».

«Concludendo - chiude Pegurri - chiedo alla Giunta Pirovano se si possono trovare 500 euro anche per la biblioteca. Per mantenere la coerenza con le decisioni di finanziamento già prese dalla Giunta (che di fatto ha finanziato una festa della birra), si può pensare di mettere una spina per la birra accanto al banco prestiti della biblioteca. In questo modo gli utenti potranno leggere e studiare degustando la bionda bevanda che magari non ha origini celtiche ma indubbiamente è molto nordica e quindi gradita a leghisti e giovani padani».

e.roncalli

© riproduzione riservata