Mercoledì 09 Marzo 2011

La Val Seriana punta sul turismo
Dalla Provincia l'ok per lo Iat

La Valle Seriana avrà il suo Iat, l'ufficio di informazione e accoglienza turistica. La Provincia di Bergamo ha infatti dato il suo nulla osta e ora il territorio potrà esprimere la sua vocazione turistica con un nuovo strumento. Il percorso che ha portato alla nascita di uno Iat è lungo, il tutto sembra essersi sbloccato con la nascita di un soggetto che ha raccolto tutti gli operatori del settore: Promoserio.

Già al momento della nascita la costituzione di uno Iat è stato uno dei principali obiettivi. Ora all'orizzonte c'è un'importante evoluzione dell'attuale ufficio turistico di Ponte Nossa. «È un passo importante perché prima d'ora la Val Seriana non aveva uno Iat – ha commentato dopo la Giunta l'assessore provinciale Giorgio Bonassoli –, con questo passo andiamo a chiudere l'ottimo lavoro fatto della Valle Seriana che, attraverso la realizzazione dell'associazione Promoserio, realizza questo ufficio Iat. È un nuovo passo verso un turismo di qualità. È merito del gioco di squadra della Provincia, ma soprattutto del territorio, della Comunità montana della Valle Seriana e dell'assessore Guido Fratta che ha saputo fare un buon lavoro».

«Siamo assolutamente soddisfatti per l'avvenuto riconoscimento dello Iat della Valle Seriana da parte della Provincia – ha commentato l'assessore al Turismo della Comunità montana e presidente di Promoserio, Guido Fratta –. Lo riteniamo come un premio per lo sforzo compiuto negli ultimi mesi di lavoro finalizzato alla creazione di un sistema turistico coeso e sinergico, il tutto grazie al ruolo decisivo della Comunità montana e di Promoserio. Il riconoscimento rappresenta una svolta per la valle che si può finalmente presentare con un unico biglietto da visita e può far valere il suo peso nei principali tavoli decisionali. Desidero ringraziare la Giunta della Comunità montana e il presidente Eli Pedretti per averci sostenuto in questa importante battaglia».

Lo Iat mira a diventare la cabina di regia e allo stesso tempo il braccio operativo dello sviluppo turistico della Valle Seriana attraverso un'attività mirata di informazione e di accoglienza.

e.roncalli

© riproduzione riservata