Lunedì 11 Aprile 2011

Colpito dalla benna a Gorle
Grave un operaio di 49 anni

Ancora un grave infortunio sul lavoro nella Bergamasca: teatro dell'incidente, nel primo pomeriggio di lunedì, il cantiere di un condominio in ristrutturazione nel centro di Gorle, in piazza Donatori del Sangue.

A rimanere gravemente ferito è stato un 49enne di San Giovanni Bianco, titolare di un'impresa della Val Brembana che sta svolgendo un intervento di manutenzione straordinaria al solaio della palazzina: l'uomo è stato colpito alla testa da una benna – la leva meccanica che serve per trasportare il calcestruzzo da terra fino al tetto – che si è sganciata improvvisamente ed è caduta dall'alto, non si sa precisamente da quale altezza.

L'impresario stava lavorando a terra, sotto il ponteggio del cantiere, ed è stato colpito alla testa dalla pesante leva. Si è procurato un grave trauma cranico e adesso è ricoverato in prognosi riservata agli ospedali Riuniti di Bergamo, nel reparto di Rianimazione. Non dovrebbe essere in pericolo di vita.

L'incidente poco dopo le 15. Il 49enne, M. P., stava lavorando alla ristrutturazione del condominio. Con lui c'era anche un altro collega che in quel momento si trovava sul ponteggio e non è riuscito a evitare il peggio. La benna si è sganciata per cause da accertare ed è precipitata a terra. M. P. è stato colpito alla testa. L'uomo è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione degli Ospedali Riuniti in prognosi riservata.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata