Venerdì 20 Maggio 2011

Inaugurato il Centro Famiglia:
un posto per giocare e informarsi

Una grande casa per le famiglie di Bergamo: è il Centro Famiglia di via Legrenzi, operativo da questo inverno, ma inaugurato venerdì 20 maggio alla presenza di molte autorità, dal sindaco Franco Tentorio, al vescovo Francesco Beschi.

Il centro si trova in via Tito Legrenzi, accanto al parcheggio dell'Esselunga di via Corridoni, negli spazi dell'ex circoscrizione. Una sede rivolta soprattutto alle famiglie giovani, dove trovare tutte le informazioni necessarie per iscrivere i bambini all'asilo nido o riunirsi per una festa di compleanno. Il centro è abbastanza grande da ospitare una ludoteca, uno spazio giochi, gli uffici, le sale per le riunioni e le consulenze.

L'idea di un centro per la famiglia era stata accolta dal sindaco Bruni nel 2006 su proposta della consulta per le politiche famigliari, ed è stata portata avanti con continuità da questa amministrazione. «Ogni anno in Lombardia saltano 25.000 famiglie, è nostro dovere aiutarle - è intervenuto l'assessore regionale alla Famiglia Giulio Boscagli - per questo stiamo anche riorganizzando i consultori». L'assessore alle Politiche sociali Domenico Belloli ha confermato il sostegno della Provincia al «Centro Incontra», da 15 anni è il cervello pensante sui temi della famiglia.

Nel centro si trovano riuniti i servizi di Comune, Provincia e Curia. Il vescovo Beschi ha commentato così lo spirito con cui la Diocesi collabora alla vita del centro: «La famiglia non è una delle tante agenzie educative, ma è decisiva per lo sviluppo della persona. Chi è vicino ai valori del cristianesimo sa di non poter essere indifferente a questo tema».

Informazioni utili:

Il Centro Famiglia è in via Tito Legrenzi 31. Orari: lunedì, mercoledì e giovedì (9-12), martedì e venerdì (13.30-17). Tel 035 399.593
Si può ricevere la newsletter del Centro Famiglia, con tutte le iniziative organizzate in città per genitori e bambini fino agli 11 anni, scrivendo alla mail centrofamiglia@comune.bg.it

m.marzulli

© riproduzione riservata