Martedì 31 Maggio 2011

Via Diaz, non sarà abbattuta
la villa opera di Bergonzo

Villa Trussardi, in via Diaz, non sarà demolita. L'edificio firmato dal Bergonzo, l'unico residenziale realizzato dal celebre architetto a Bergamo, è salvo. L'annuncio durante la discussione in consiglio comunale dedicata all'inventario dei beni tutelati e dopo la denuncia partita proprio dalle colonne del nostro giornale.

«Abbiamo effettuato un sopralluogo con il Sovrintendente Giuseppe Napoleone – ha spiegato l'assessore all'Urbanistica Andrea Pezzotta sollecitato da un intervento del consigliere Carlo Di Gregorio – e si sta valutando il da farsi. Una cosa però è certa: la dimora non sarà abbattuta. L'idea è di conservarla, eliminando eventualmente le appendici realizzate in epoche successive».

Lieto fine, insomma. In una seduta giocata tra provvedimenti condivisi in maniera bypartisan e altri un po' meno. Tutto liscio naturalmente per il bel lavoro riguardante lo stesso inventario dei beni soggetti a vincolo ambientale, archeologico e architettonico approvato all'unanimità; qualche attrito in più, nonostante le premesse, invece sul regolamento per le telecamere destinato, nelle parole dell'assessore Cristian Invernizzi, a «conciliare le esigenze della sicurezza con il diritto alla privacy».

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 31 maggio

r.clemente

© riproduzione riservata