Mercoledì 22 Giugno 2011

Abuso di alcool tra i giovanissimi:
San Pellegrino lancia l'allarme

Un'ordinanza comune per contrastare l'abuso di alcol tra gli adolescenti. Lo propone il sindaco di San Pellegrino Vittorio Milesi a tutti i sindaci della Valle Brembana.

Oltre al divieto di vendita, l'ordinanza prevede sanzioni anche per chi regala alcolici ai minori, con una multa per lo stesso ragazzo sorpreso a bere. Così come sarebbero vietati i distributori automatici di bevande alcoliche non dotati di sistemi di lettura automatica di documenti con i dati anagrafici. Previsto anche il coinvolgimento diretto dei genitori del minore, chiamati a definire con gli esperti un piano di interventi per scongiurare conseguenze più gravi al ragazzo.

L'allarme dopo il caso della ragazzina di San Pellegrino finita in coma etilico. «I casi a cui assistiamo – dice il sindaco di San Pellegrino – sono purtroppo tanti, troppi. Quasi ogni festa ci dà problemi di questo genere. E l'età in cui si inizia a bere è sempre più bassa: abbiamo avuto ragazzini della scuola media già ubriachi».

La proposta di ordinanza dovrebbe essere discussa nella prossima assemblea dei sindaci della valle. «Purtroppo la situazione peggiora continuamente e non possiamo pensare che sia solo un problema dei carabinieri -osserva il sindaco - Al di là dell'ordinanza, che da sola non potrà essere risolutiva, occorre tenere alta l'attenzione tra tutte le agenzie educative».

m.marzulli

© riproduzione riservata