Giovedì 07 Luglio 2011

Punto da vespa, si salva in extremis
Due anni fa era andato in coma

Per un attimo gli è sembrato di fare un brutto viaggio a ritroso nel tempo, rivivendo quella puntura di vespa che due anni fa lo mandò addirittura in coma. Memore di quell'esperienza, mercoledì 6 luglio (punto due volte e nel medesimo luogo di due anni fa), però, è stata salvato dal cortisone a portata di mano e dal tempestivo intervento dei medici.

Gianluca Pievani, 43enne di Scanzorosciate, verso le 7 si è recato a Orio al Serio, in via Leonardo da Vinci 3, per salutare la sua ex compagna prima di recarsi al lavoro, quando è stato punto due volte da una vespa proprio nel cortile sottostante la palazzina. Una prima puntura l'ha subita sul braccio destro e una seconda sull'avambraccio.

Fortunatamente Gianluca era provvisto di una iniezione di cortisone che la donna gli ha prontamente somministrato. Pochi minuti dopo è giunta anche l'ambulanza del 118 di Seriate, che ha trasportato l'uomo in ospedale, tenendolo sotto osservazione fino alle 16.

L'uomo due anni fa fu punto ancora da una vespa nello stesso identico luogo di ieri mattina, nello stesso periodo, ma con conseguenze ben più gravi. Quella volta finì in coma e solo grazie a un pronto intervento dei medici dell'ospedale di Seriate riuscì a riprendersi. Da quel terribile giorno viaggia sempre munito di cortisone.

Leggi di più su L'Eco di giovedì 7 luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata