Domenica 21 Novembre 2004

Auto ferme, bus affollati Bergamo respira meglio

Bergamo ha chiuso al traffico, anche se sono stati tanti i permessi di circolazione: quasi 200 quelli rilasciati agli uffici di via Coghetti, a cui però vanno aggiunte le numerose eccezioni previste dalla delibera regionale. E sono comparsi anche alcuni permessi «fai da te», prontamente bloccati dai vigili ai posti di blocco. Rispetto alla chiusura del «mercoledì nero», la domenica ecologica è stata rose e fiori e i primi bilanci sono positivi. Una quarantina, in tutto, le multe staccate dagli agenti della polizia locale che ha presidiato i 25 posti di blocco al confine con la zona critica, i posti di controllo in centro e nei quartieri interessati dalla chiusura: Monterosso, Campagnola e Colognola. La polizia locale (coadiuvata dalla Guardia di finanza, dai volontari della protezione civile di Bergamo, dai Rengers d’Italia, dall’associazione nazionale carabinieri e dall’Anmcri) ha messo in campo più di cento agenti, tra quelli impegnati sul campo e quelli attivi al Comando. Bollenti i centralini del Comando: al numero messo a disposizione dalla polizia locale hanno telefonato più di 5 mila persone.

Numerose le persone sui mezzi pubblici, potenziati con una quarantina di turni in più rispetto all’ordinario. Piccolo inghippo per la linea 1, che collega la stazione dei treni con Città Alta: a causa della quantità di gente che affollava la zona del Sentierone in concomitanza con la gara delle macchine a pedali, gli autobus hanno rischiato di rimanere a loro volta bloccati. Ritardando di un poco gli orari delle corse.

Migliore, intanto, la qualità dell’aria. Secondo i dati registrati dall’Arpa sabato, negli ultimi giorni non è in condizioni critiche. Il valore delle polveri sottili a Bergamo sabato non ha superato i 17 microgrammi per metro cubo. Leggermente superiore quello di Treviglio (22) e di Filago (21).

(21/11/2004)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags