Mercoledì 27 Luglio 2011

La gestione delle emergenze
Alpini al fianco della Protezione Civile

E' stato sottoscritto mercoledì 27 luglio, negli uffici dell'Assessorato alla Protezione civile, il protocollo operativo tra Provincia di Bergamo e Associazione Nazionale Alpini, Sezione di Bergamo per il supporto nelle attività di Protezione civile e nella gestione delle emergenze.

Erano presenti l'assessore alla Protezione civile Fausto Carrara, il dirigente dell'assessorato alla Protezione civile Alberto Cigliano e il presidente della Sezione di Bergamo dell'Ana, Antonio Sarti.

“Il protocollo operativo – spiega l'assessore alla Protezione Civile Fausto Carrara - prevede l'impiego delle strutture e dei volontari della Sezione di Bergamo dell'Associazione Nazionale Alpini (Ana) per le attività di protezione civile sia nell'ambito del territorio bergamasco, che per le emergenze al di fuori di esso e per le quali la Provincia di Bergamo sia chiamata ad intervenire. L'impiego dell'Ana nell'ambito della Colonna Mobile Provinciale è invece disciplinato con un ulteriore atto”.

Nell‘ambito del protocollo, l'Ana si impegna a:

• garantire una reperibilità 24 ore su 24 per la gestione delle emergenze, assicurando la costante disponibilità di uomini e mezzi;

• supportare, con la massima collaborazione di strutture logistiche, volontari e mezzi, la Provincia di Bergamo nell'espletamento delle funzioni di protezione civile;

• fornire volontari specialisti nelle funzioni di Protezione Civile, per iniziative di prevenzione dei rischi e volte allo sviluppo di una cultura della Protezione Civile, anche con riferimento anche a corsi ed esercitazioni da effettuarsi in ambienti scolastici;

• fornire supporto organizzativo al settore logistico delle esercitazioni pianificate dalla Provincia di Bergamo, anche mediante l'organizzazione e al gestione dei campi base e delle relative strutture annesse (accampamenti, servizi igienici e sanitari, eventuali ripristini ambientali nelle aree interessate alle esercitazioni), impegnandosi a mantenere le forniture logistiche efficienti e /o rinnovare quelle deteriorate;

• organizzare e partecipare con i propri volontari ad iniziative di controllo e monitoraggio del territorio, con particolare riferimento quelle relative alla prevenzione del rischio idrogeologico;

• adeguare e mantenere in costante efficienza - anche attraverso la sostituzione, l'implementazione ed il rinnovamento, i mezzi, materiali ed attrezzature in dotazione per le esigenze di protezione civile, nonché le divise ed i Dispositivi di Protezione Individuale DPI dei volontari

• garantire nell'ambito delle attività della sala operativa provinciale di protezione civile, la presenza di un referente tecnico con compiti di organizzazione e coordinamento della funzione logistica.

Il protocollo operativo dura un anno a partire dalla data della sottoscrizione; “All'Ana e ai suoi volontari va il ringraziamento per quanto fatto a della tutela del nostro territorio bergamasco e gli interventi effettuati in caso di emergenza – commenta l'assessore Fausto Carrara -. Caratteristica degli Alpini è la diffusione capillare nella nostra provincia dei vari gruppi; la collaborazione e il relativo progetto dell'Ana prevede un investimento a beneficio di tutto il territorio consolidando la sinergia tra Provincia di Bergamo, il territorio provinciale ed il volontariato”.

Sull'importanza della sinergia tra volontariato di Protezione civile e istituzioni è intervenuto anche Antonio Sarti, presidente della Sezione di Bergamo dell'ANA: “Disponiamo di uomini preparati e mezzi all'avanguardia ma non possiamo invadere il territorio, dobbiamo coordinarci con la Protezione civile provinciale, verificare insieme le ipotesi di rischio e le fasi di intervento”.

a.ceresoli

© riproduzione riservata