Domenica 02 Ottobre 2011

Lo striscione degli amici:
«Ciao Atis, sempre con noi»

«Ciao Atis, sempre con noi»: con uno striscione, appeso sul luogo dell'incidente, gli amici hanno voluto salutare Atis Taci, il 20enne morto all'alba di sabato a Seriate nell'auto precipitata da un ponte nel greto del Serio al ritorno dalla discoteca. E sul ponte altri hanno acceso lumini, in segno di preghiera e di dolore.

Il ricordo degli amici rimbalza anche su internet, attraverso Facebook. «Non ci sono parole - ha scritto un amico del ragazzo di Seriate - per descrivere il vuoto che hai lasciato dentro di noi... è passato qualche anno da quando eravamo sempre insieme, ma me lo ricordo come fosse ieri! Ciao Taci! non ti dimenticherò mai...».

E ancora: «Ciao Atis.... so che ogni domenica sarai in campo a divertirti, perché come ti ho detto un mese fa, è quello che conta... Tutto il resto avanza....»; «Ciao caro Atis, rimarrai sempre nei nostri cuori!! Proteggici da lassù!!».

In tanti hanno voluto portare un saluto anche alla camera mortuaria dell'ospedale Bolognini, dove la salma è stata composta. Tra loro i compagni di squadra del Palosco, prima categoria, che oggi non hanno giocato per il lutto. Hanno invece preparato una maglia con tutte le firme in ricordo di Atis e l'hanno deposta sulla bara.

Già Durim Taci, il papà di Atis, aveva messo sabato nella bara maglietta con la quale il figlio avrebbe dovuto giocare la partita di oggi, domenica, contro il Clusone. Durim Taci dieci anni fa aveva deciso di trasferirsi in Italia: laureato in Lettere in Albania, dove ha fatto anche il giornalista, aveva raggiunto Seriate con moglie e figli. Qui ha trovato lavoro come impiegato, e nel tempo libero arrotonda traducendo opere letterarie dall'inglese e dall'italiano in albanese.

A Seriate la famiglia Taci si è affezionata: Atis sarà sepolto qui, dopo i funerali che saranno celebrati nella parrocchiale martedì alle 10.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 3 ottobre

r.clemente

© riproduzione riservata