Venerdì 11 Novembre 2011

Spirano, 200 mila € dalle multe
Ne ha presa una anche il sindaco

A Spirano è stata un'estate di superlavoro. A giugno i soldi incassati per le multe erano 90.000 euro, ora sono più che raddoppiati: in tutto oltre 200.000. Ben 110.000 euro in più solo da fine giugno ad ottobre. Incassi record per l'amministrazione comunale guidata dal Carroccio e per un paese di «soli» 5.800 abitanti. A dirlo è lo stesso sindaco Giovanni Malanchini che guarda già al consuntivo: «Avanti di questo passo arriveremo a fine anno a 240.000 euro».

Un record che frantuma la previsione del 2011: a inizio anno alla voce multe c'erano 50.000 euro, a cui a giugno ne erano stati aggiunti altri 40.000. Ma anche gli incassi degli anni precedenti: 45.000 euro nel 2010, 52.000 nel 2009.

Il comando – Elena D'Ippolito, Massimo Campini e il responsabile Matteo Copia – ha portato nelle casse comunali la cifra record di 200.000, staccando 1.800 verbali in meno di un anno. Fino a marzo gli agenti erano due, poi si è aggiunto Campini. Fino ad aprile i pattugliamenti erano diurni, poi sono entrati in vigore quelli serali, tre volte a settimana in collaborazione con il Consorzio Terre del Serio. Un team più numeroso e una maggiore presenza sul territorio ha fruttato parecchio.

E i vigili non sembrano intenzionati a chiudere un occhio per nessuno. Ne sa qualcosa Giovanni Malanchini, sindaco di Spirano, che sventola la multa pagata al suo Comune, 39 euro per divieto di sosta. «Ho parcheggiato in uno spazio per il carico-scarico in via Garibaldi - racconta - una via di quelle nuove. Ho lasciato l'auto dove non dovevo e quindi la multa me la merito».

Tutti i dettagli e le curiosità su L'Eco di Bergamo dell'11 novembre

r.clemente

© riproduzione riservata