Martedì 24 Agosto 2004

Tentata rapina a Pedrengo, ferita edicolante

Pensava fosse un giovane cliente, come tanti altri che si servono della sua edicola in piazza Ciriano, a Pedrengo, invece ha dovuto rapidamente ricredersi quando si è trovata faccia a faccia con la lama arrugginita di un taglierino. La signora, che aiuta il figlio nella gestione dell’edicola, però non si è persa d’animo ma ha reagito spingendo il malvivente che è fuggito dopo averle strappato la catenina d’oro che aveva al collo.

Tutto è accaduto verso le 12,15 all’edicola di Pedrengo. La madre del titolare era sola nel negozio e poco prima della chiusura è entrato un uomo: un italiano sulla trentina che indossava una felpa di colore chiaro e un cappellino verde. Il «cliente» si è diretto verso lo scaffale dei quotidiani e ha preso un giornale, dopodiché lo ha fatto cadere intenzionalmente sul pavimento spingendolo in direzione della cassa. La signora, distratta da quell’insolita manovra, si è trovata improvvisamente di fronte il taglierino, una lama arrugginita lunga circa 20 centimetri.

Infatti il malvivente, con la scusa di raccogliere il giornale, si era avvicinato alla cassa e minacciava direttamente la madre del proprietario del negozio. Le ha mostrato il taglierino che fino a quel momento aveva nascosto e le ha intimato: «Dammi l’incasso».

La signora però non si è lasciata intimorire, anzi ha risposto alla minaccia dando uno spintone al malvivente nel tentativo di allontanarlo. Ne è nata così una breve colluttazione e ad avere la peggio è stata la donna che ha riportato una ferita superficiale al braccio destro, poi medicata con sette punti al pronto soccorso di Seriate.

Ad ogni modo, vista l’inaspettata resistenza, il rapinatore ha dovuto battere in ritirata. Non ha voluto però andarsene a mani vuote e così prima di andarsene dall’edicola è riuscito a strappare la collana d’oro della signora.

Il malvivente è fuggito verso Seriate su un’auto station wagon bianca che, dopo alcuni accertamenti, è risultata rubata. A notare l’automobile usata per il colpo è stata una testimone, ma in funzione c’erano anche le telecamere della videosorveglianza comunale che puntano proprio in direzione dell’edicola.

Le indagini sono affidate ai carabinieri della tenenza di Seriate che, secondo indiscrezioni, sarebbero già riusciti ad individuare il rapinatore

(25/08/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags