Lunedì 02 Gennaio 2012

Le regole per i pagamenti in contanti
Ascom dà istruzioni in inglese e russo

Un avviso multilingue, chiaro e semplice per gli stranieri che scelgono di fare acquisti nei nostri negozi sulle nuove regole di pagamento, in ossequio alla normativa antiriciclaggio, che vietano l'uso dei contanti per importi superiori a mille euro.

Federazione Moda Italia, che raggruppa a livello nazionale i commercianti di moda al dettaglio e all'ingrosso aderenti a Confcommercio ha realizzato una brochure informativa sul limite del pagamento in contante fissato a 1000 euro, sancito dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 (di conversione del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, ribattezzato “Salva Italia”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2011, n. 300).

Il volantino, per ora tradotto in inglese e russo, garantisce una semplice ed immediata informazione alla clientela con le indicazioni essenziali sul nuovo provvedimento, ricordando l'obbligo di utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili come ad esempio carte di credito, assegni non trasferibili, bonifici bancari. Non manca un richiamo alle sanzioni - particolarmente salate- per chi non osserva il divieto o tenta di aggirarlo suddividendo un unico importo pari o superiore ai mille euro in più pagamenti per stare al di sotto della soglia prevista .

La violazione dell'obbligo di tracciabilità per ogni singola operazione commerciale pari o superiore alla soglia di mille euro è infatti punita con una sanzione amministrativa pecuniaria per il venditore che va dall'1 al 40 per cento dell'importo trasferito, con sanzione minima pari a 3.000 euro ( che salgono a 15.000 euro in caso di violazioni superiori a 50.000 euro).

Le brochure in italiano-inglese e in italiano-russo sono scaricabili dal sito Ascom (www.ascombg.it).

e.roncalli

© riproduzione riservata