Giovedì 19 Gennaio 2012

Caso Ponzoni-Pellicano, Sola:
«Noi corvi? Formigoni struzzo»

Il consigliere regionale dll'Italia dei Valori, Gabriele Sola, è intervenuto sul caso Ponzoni-Pellicano con un comunicato stampa: «Prendendo in prestito un po' della malizia usata per sua stessa ammissione dal Governatore Formigoni nel commentare gli scandali che hanno coinvolto gli esponenti del Pdl Massimo Ponzoni e Nicoli Cristiani, viene da chiedersi come mai il "celeste" oggi rivendichi quasi con orgoglio di aver escluso entrambi, dal 2010, dalla giunta lombarda».

«Che cosa ha fatto cambiare idea a Formigoni? Come mai insiste nel dire che "... Non a caso forse, lo sottolineo con una certa malizia, dal 2010 non sono più membri di giunta perché questa è stata la mia decisione?" Conosceva forse - tenendosele però per sé - circostanze che oggi dovrebbe raccontare ai magistrati e, soprattutto, ai cittadini lombardi?».

«Va peraltro ricordato - continua Sola - che, pur esclusi dalla giunta, entrambi gli arrestati non sono stati certo posti dal lungimirante Formigoni ai margini della vita politica lombarda. Anzi, per volontà del Pdl hanno ricevuto incarichi di prestigio nell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale».

«Quindi la curiosa "accusa ornitologica" del Governatore non regge: non è stato il centrosinistra a fare il corvo sulla vicenda Pellicano ma, forse, è stato lui a fare lo struzzo circondato da gazze ladre».

«Nelle dichiarazioni di queste ore, però, il monarca lombardo ci ha fornito anche una buona notizia - conclude il consigliere regionale di IdV -: la sua rinuncia alla presidenza a vita di Regione Lombardia. E meno male che non ha eredi al trono per linea di successione...».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata