Venerdì 16 Marzo 2012

Arianna stroncata dalla meningite
la 12enne di Bariano dona i reni

Una meningite fulminante: è questa, secondo i medici, la causa della morte di Arianna Forlani, la ragazza di 12 anni di Bariano morta in meno di 24 ore. Hanno tentato in tutti i modi di salvarla, ma non c'è stato nulla da fare.

Una tragedia improvvisa, avvenuta tra martedì e mercoledì: il papà della ragazzina l'ha trovata esamine a terra la mattina di martedì e subito l'ha soccorsa. In ambulanza è stata trasportata d'urgenza all'ospedale di Treviglio.

Subito i medici hanno constatato la gravità della situazione e, dopo aver cercato di stabilizzarla, hanno trasferito Arianna a Milano, alla clinica peditrica De Marchi: qui i dottori hanno subito constatato la gravità della situazione.

La piccola purtroppo è deceduta poco dopo il ricovero: i familiari hanno autorizzato il prelievo degli organi della ragazzina. ll bacillo del meningococco non impedisce infatti di trapiantare gli organi di chi ne è rimasto vittima. Arianna ha donato entrambi i reni.

Arianna frequentava la 2ª A alle scuole medie di Bariano. Lascia nel dolore la mamma, Maria Grazia, il papà, Dario, e il fratellino Leonardo di soli 4 anni. Sgibottiti e increduli tutti i parenti e la comunità barianese, raccolta nel dolore: la salma si trova nell'abitazione della famiglia in via Einaudi.

I funerali si svolgeranno nella chiesa parrocchiale Santissimi Gervasio e Protasio di Bariano alle 14.30 di sabato 17 marzo.

Tutto aveva avuto inizio sabato scorso con un dolore all'orecchio. Arianna lunedì era stata portata dal pediatra, che aveva effettivamente notato una infiammazione. Ma probabilmente nulla aveva fatto pensare a una meningite.

Martedì il dolore all'orecchio è tornato. Forte, tanto forte che Arianna ha perso conoscenza. Poi la corsa in due ospedali: tutto inutile. La meningite non le ha lasciato scampo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata