Lo sorprende a rubare a Treviglio
Guardia giurata spara a un ladro

Tre guardie giurate hanno sorpreso tre ladri che uscivano da una ditta dopo aver commesso un furto e hanno esploso alcuni colpi di pistola, ferendone uno. È accaduto alle 2.30 della notte in via Pagazzano 2, a Treviglio.

Lo sorprende a rubare a Treviglio Guardia giurata spara a un ladro

Tre guardie giurate hanno sorpreso tre ladri che uscivano da una ditta dopo aver commesso un furto e hanno esploso alcuni colpi di pistola, ferendone uno. È accaduto alle 2.30 della notte tra mercoledì 23 e giovedì 24 maggio in via Pagazzano 2, a Treviglio.

A quell'ora è entrato in funzione l'allarme dell'azienda Gpe Ardenghi Srl, che produce macchine serigrafiche: l'antifurto è collegato con la centrale di un istituto di vigilanza, che ha inviato sul posto tre guardie giurate. I vigilantes hanno sorpreso i ladri, in tre, nel cortile della ditta, che stavano scappando.

I banditi si erano infatti introdotti nell'azienda riuscendo a spaccare un paletto di cemento della recinzione laterale. Si erano così introdotti nella ditta dove hanno rubato 800 euro dalla cassa e tagliato i cavi di dieci computer che avevano intenzione di trasportare fuori dall'azienda. Accorgendosi però dell'allarme azionato, hanno lasciato i pc a terra e sono scappati. Si sono così trovati di fronte le guardie giurate e hanno aperto il fuoco sparando 4 colpi. I vigilantes hanno risposto con alcuni colpi e uno dei tre ladri, un romeno di 23 anni, è rimasto ferito mentre stava cercando di scappare. Gli altri due sono scappati attraverso i campi.

Il 23enne, A.I., pluripregiudicato è stato soccorso. Prima ricoverato all'ospedale di Treviglio, è stato trasferito al San Raffaele di Milano dove è stato operato alla spalla sinistra: non sarebbe in pericolo di vita. I complici sono invece scappati, ma prima di far perdere le loro tracce hanno tirato pietre alle auto della vigilanza, danneggiandole. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale compagnia per l'attività investigativa e la radiomobile sempre di Treviglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA