Venerdì 01 Giugno 2012

Nervi tesi e deliquenti alla guida
Ieri tre casi in città, un rapinato

Nervi tesi e delinquenti alla guida a Bergamo giovedì 31 maggio. In una giornata ci sono stati ben tre casi, non molto dissimili tra di loro, tra cui un rapinato, un litigio per un diverbio viabilistico e un lieve incidente provocato per motivi misteriosi.

Ieri sera verso le 22, in via Martin Luther King, un marocchino di 25 anni ha allertato la polizia raccontando di essere stato urtato, mentre era al volante,  da un'auto che lo seguiva. È sceso convinto di essere destinato a fare una constatazione amichevole e invece due stranieri l'hanno aggredito prendendolo a ceffoni e rubandogli il portafogli contenente pochi euro.

I due sono fuggiti con una Lancia Y. Il marocchino, che è stato malmenato ma non ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso, è riuscito ad annotare parzialmente il numero di targa. Danneggiata la Fiat Stilo dell'extracomunitario.

A mezzanotte, nel centro abitato di Colognola, per imprecisate divergenze viabilistiche due persone sono scese di macchina per chiarirsi, ma uno dei due, un extracomunitario, è stato aggredito dal rivale che gli ha strappato il telefono - l'extracomunitario stava chiamando la polizia - ed è fuggito a bordo della sua Volkswagen Polo.

Infine, ci è arrivata un'email di una donna che ha scritto di essere stata insultata, in via Grumellina, verso le 16,45, da un giovane italiano a bordo di una Volkswagen Golf grigia che, senza un motivo sensato, al semaforo verde è ripartito speronando sulla destra l'auto della donna e dileguandosi.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata